Contenuto Principale

Lagonegro, avvocati al voto. Da domani urne aperte per il rinnovo del consiglio dell'ordine.

 

 

 

Mercoledì 25 gennaio si aprono le urne per eleggere il nuovo Consiglio dell’Ordine degli Avvocati  del foro di Lagonegro. Fino a venerdì i seggi saranno aperti dalle 9.30 alle 14 e a seguire, il 27 gennaio, subito dopo la fine del voto, si passerà allo scrutinio. Una ventina gli avvocati che si sono candidati in questa tornata. Candidature singole , come prevede il regolamento, che però vedono dei legami e delle affinità su programmi e obiettivi riconducibili sostanzialmente a due gruppi. Uno, in continuità con il consiglio dell’ordine uscente, tra le cui fila si annoverano molti avvocati del vecchio foro di sala Consilina, oltre al legale Ginefra di Moliterno, che rappresenta l’avvocatura lagonegrese. Un  secondo che vede una maggiore coesistenza degli avvocati dei due fori originali, lucano e salese, e che punta al cambiamento rispetto al passato. Il presidente dell’ordine  uscente Sebastiano Tanzola  non ha potuto ricandidarsi per raggiunto limite dei mandati. Il nome del successore è tutto da definire ma  sono chiari i nomi di riferimento dei due gruppi. Il primo potrebbe  portare alla guida  o l’avvocato Antonello Rivellese o , seguendo una lunga tradizione di famiglia, l’avvocato fernando cappelli, fratello più giovane dello storico ex presidente Gherardo  non ricandidatosi. Saranno le urne molto probabilmente a decretare la scelta finale . Il secondo gruppo che vede candidati tra gli altri anche gli avvocati Angelo paladino e Rosy pepe,  sarebbe invece capeggiato da Vincenzo Bonafine. Il voto stabilirà quale dei due raggruppamenti si aggiudicherà la maggioranza e con quale scarto.

 
 Daria Scarpitta

 

Camerota, caduta massi sulla Mingardina. Strada chiusa, da sabato il senso unico alternato.

Frana a Camerota, resta chiusa la strada del Mingardo

Dopo la caduta di massi la MIngardina è stata chiusa per consentire la messa in sicurezza dell'area e della viabilità. Almeno fino a sabato prossimo non ci sarà la possibilità di transitare lungo la strada regionale 562 che attraversa la cala del Cefalo e costeggia la spiaggia del Mingardo e collega il comune di Camerota con Palinuro e la superstrada. L'ordinanza sindacale è stata firmata dal sindaco, Mario Salvatore Scarpitta, per permettere il proseguo dei lavori. I percorsi alternativi sono via strada provinciale 66 'Ciglioto' o via Lentiscosa - San Giovanni a Piro. La strada riaprirà, con senso unico alternato da impianto semaforico, sabato alle ore 17.30. Intanto dalla Regione Campania sono arrivati 160 mila euro per la somma urgenza.

Casaletto Spartano, frana su condotta idrica. 3 comuni senza acqua.

 

 

 

 

Il maltempo continua a creare danni a sud di Salerno. Le piogge di questi giorni hanno generato una frana in un'area sottostante la strada  provincia nel comune di Casaletto Spartano . Il movimento franoso ha travolto l'adduttrice idrica che serve quelle aree del Cilento. Consac, la società che gestisce il servizio e la rete idrica,  ha avviato i lavori per il ripristino della condotta. E' probabile che ci vogliano alcuni giorni per ultimare l'intervento. I comuni di Torraca e Tortorella e Fortino di Vibonati rimarranno senza acqua dal momento in cui terminerà la risorsa nei serbatoi. Per andare incontro alle esigenze dei cittadini Consac ha attivato il servizio sostitutivo con autobotti. Ma le popolazioni interessate sperano in una rapida riattivazione dell’erogazione dell’acqua. Si spera, inoltre, che la frana in corso, non comprometta la carreggiata della strada provinciale sotto la quale si è verificatolo lo smottamento. Intanto  resta chiusa la Mingardina per consentire i lavori di messa in sicurezza dell’arteria. La strada  è interdetta  nel tratto in cui la pioggia, ha fatto cadere dei massi dal costone roccioso che la sovrasta. Il ritorno del sole ha consentito un colpo d‘ acceleratore ai lavori in corso  per la rimozione dei pericoli presenti ai margini dell’arteria, vitale per Camerota

Antonietta NIcodemo

Consac, una frana manda in tilt l'erogazione idrica. Disagi a: Tortorella, Torraca e Fortino

 

Gestire la risorsa idrica per fronteggiare siccità ed altre emergenze  climatiche.

Il maltempo continua a creare danni a sud di Salerno. Le piogge di questi giorni hanno generato una frana in un'area sottostante la strada  provincia nel comune di Casaletto Spartano . Il movimento franoso ha travolto l'adduttrice idrica che serve quelle aree del salernitano. Consac, la società che gestisce il servizio e la rete idrica,  ha avviato i lavori per il ripristino della condotta. E' probabile che ci vogliano alcuni giorni per ultimare l'intervento. I comuni di Torraca e Tortorella e Fortino di Casaletto Spartano rimarranno senza acqua dal momento in cui terminerà la risorsa nei serbatoi. Per andare incontro alle esigenze dei cittadini Consac ha attivato il servizio sostitutivo con autobotti. 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.