Contenuto Principale

Sapri-Polla, ospedali depotenziati. La regione : " errore nella delibera di Giunta " . Il presidio di Agropoli verso il potenziamento.

 

 

SANITA'. GLI OSPEDALI DI  SAPRI E POLLA DECLASSATI DAL NUOVO PIANO ANTI COVID. SCATTA L' ALLARME SUL TERRITORIO . LA REGIONE SMENISCE: “ RESTANO DEA DI PRIMO LIVELLO , LA CLASSIFICAZIONE RIGUARDA SOLO LE STRUTTURE COVID “ . AGROPOLI POTENZIATO CON POSTI LETTO E INVESTIMENTI

 

Sanza piange Tea Colucci. L'imprenditrice agricola vittima di un incidente stradale in Puglia.

Incidente mortale in autostrada, perde la vita figlia di famoso ...

Sanza piange la scomparsa di Te4a Colucci. L'imprenditrice agricola vittima di un incidente sradale a bari . Il Sindaco Esposito : " siamo sconfortati. Indissolubile il legame tra la nostra comunità e il padre della donna, l'oncologo Giuseppe Colucci " .  

Sant'Arsenio, il Sindaco si è dimesso. In Comune si apre la crisi di governo. Al via le consultazioni.

 

 

 

Il Sindaco di Sant’Arsenio taglia la testa al toro. Ha rassegnato le dimissioni ed ha aperto la crisi in Comune. Dopo l’inarrestabile braccio di ferro al veleno con le opposizioni e la consapevolezza di avere alle spalle una maggioranza risicata Donato Pica lascia l’incarico ma è pronto a rivedere la sua posizione se ci saranno le condizioni per portare avanti con serenità i progetti avviati.  “ Non è più possibile lavorare in questo clima di tensione- dice - vado via in questo momento perché ci sono i tempi per consentire al Comune di tornare alle urne già il prossimo  settembre. E quindi evitare che l’Ente finisca per un anno nelle mani di un commissario “ . Il Consiglio Comunale santarsenese è stato eletto nel 2017, quindi il mandato scadrà nel 2022. Pica però prima di confermare le sue dimissioni avvierà nell’immediato una rapida consultazione tra le varie rappresentanze consiliari allo scopo di verificare e chiarire la sussistenza delle condizioni minime necessarie per proseguire la legislatura. “ Se constaterò – spiega il Sindaco dimissionario – il persistere di circostanze negative, confermerò le mie determinazioni evitando almeno un lungo commissariamento dell’ Ente e consentendo una tranquilla partecipazione elettorale nel settembre prossimo”. L’attività amministrativa del Sindaco Pica da tempo è sotto tiro da parte delle forze di minoranza ed ha allontanato dalla maggioranza i consiglieri Giuseppe Pica e Carmine Graziano e l’ex assessore Andrea Vricella. Con le dimissioni del Sindaco nel palazzo municipale di Sant’Arsenio si apre la crisi di governo. Dopo gli incontri con i vari gruppo consiliari si saprà se Pica confermerà la sua scelta. “ Gli interessi della Comunità – precisa Pica- rimangono prioritari, per cui ognuno potrà valutare e decidere in piena libertà . Sono solo preoccupato per le sorti dei finanziamenti e degli  investimenti in  itinere per svariati milioni di euro in tutti i settori che spero non si perdano per la mancanza di una guida ”. Ora scattano le consultazioni .  Nel giro di pochi giorni si saprà se si saranno rimpasti in consiglio per salvare il Comune dal commissariamento oppure conferma delle dimissioni del Sindaco e ritorno alle urne tra circa tre mesi

antonietta nicodemo

 

Scario, nell'area marina protetta riapre la Resima. Questa mattina il taglio del nastro sulla spiaggia gioiello.

 

 Da stamattina è tornata fruibile la spiaggia della Resima affacciata sull’area marina protetta della Masseta, nel Comune di san Giovanni a Piro . Un tratto di costa cilentana rimasto interdetto per circa 10 anni per caduta massi. Novecentocinquanta metri quadri di arenile che saranno nuovamente a disposizione di turisti e residenti e che in un periodo in cui serve spazio per garantire il distanziamento sociale non può che fare bene all’offerta turistica locale. Alle 11 da Scario è inizieo il viaggio inaugurale. Dal porticciolo  sono partire le imbarcazioni con a bordo il Sindaco Ferdinado Palazzo, il Presidente del Parco Tommaso Pellegrino e il presidente regionale di Legambiente Maria Tersa Imparato. C'erano anche i barconi che trasporteranno quanti avevano deciso di rimettere piede sulla Resima nel giorno della sua riapertura. Ad attendere gli ospiti in riva al mare protetto, il bagnino selezionato dal Comune per tenere sotto controllo quel tratto di arenile durante tutta la stagione estiva. Rispetto alle altre spiagge della Masseta è molto più estesa. Per garantire il rispetto dei protocolli covid Parco e Comune hanno deciso di assicurare la presenza quotidiana di un bagnino. Questo è quanto prevede il protocollo d’intesa per la sicurezza dell’area marina protetta che è stato sottoscritto questa mattina al rientro dalla Resima  presso lo storico ristorante ‘U Zifaro “, sul lungomare scariota . Un patto con cui il parco si impegna a destinare  all’Ente Locale un contributo per il controllo della Masseta . Un servizio che sarà garantito dai volontari della Protezione Civile Gruppo Lucano, oltre che dal bagnino.

 antonietta nicodemo 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.