Contenuto Principale

Cilento e covid, nuovi casi a Caselle. Primo infetto a Sicilì, negativi i postini di Sapri e i tamponi di Buonabitacolo.

Case di riposo, effettuare urgentemente tamponi Covid-19 a personale ed  ospiti! Al via cabina di regia ad Asti - Cisl Alessandria Asti

 

Il focolaio covid accertato nei giorni scorsi in un ristorante di Caselle in Pittari ha fatto scattare  un importante screening sulla popolazione. Circa 159 i tamponi processati dall’inizio dall’epidemia ad oggi. Ai 15 tamponi positivi accertati nei giorni scorsi se ne sono aggiunti altri quattro venuti fuori dai 58 processati giovedì scorso. Tutti e 4 sono collegati ai precedenti contagi. Tre di loro sono febbricitanti da alcuni giorni e per questo erano già in isolamento, la quarta persona è asintomatica. Salgono a 19 , quindi, i contagiati casellesi.  Un numero che per il momento non rende necessari ulteriori provvedimenti restrittivi da parte dell’Ente Locale. Nelle prossime ore nel piccolo comune interno del Bussento saranno effettuati altri tamponi. Intanto a Sicilì, piccola frazione di Morigerati,  un operaio, che era in quarantena da alcuni giorni perché con la febbre, è risultato positivo . Moglie e figli sono stati già messi in isolamento in attesa che vengano sottoposti a tampone. Buone notizie da Sapri .non risultano contagiati i 4 postini in quarantena dalla scorsa settimana  perché entrati contatto con il collega di caselle in pittari risultato positivo al covid. Negativi anche i 20 tamponi eseguiti a Buonabitacolo sui contatti dei 4 contagiati.

 

 

Pisciotta, spento il focolaio Covid-19. Il Sindaco: " Fine di un incubo ".

 

 
 
PISCIOTTA TORNA A RESPIRARE. SPENTO IL FOCOLAIO COVID. IL SINDACO ETTORE LIGUORI : “ FINE DI UN INCUBO. DI NUOVO SI RIVEDONO I TURISTI “.

Scuola in Campania. Rinvio al 24 settembre sempre più vicino. Si attende l'ufficialità.

 

 Coronavirus: Speranza,11 milioni di mascherine per la scuola - Sanità -  ANSA.it

In Campania la scuola non aprirà il 14 settembre. Questo è l’unico dato certo che viene fuori dal vertice di giovedì tra il Governatore De Luca,  la dirigente dell’Ufficio Scolastico regionale, l’Anci, i sindacati e l’Unità di Crisi per l’emergenza Covid-19. Dopo aver analizzato la situazione attuale all’interno delle scuole è stato deciso di far slittare la ripresa delle attività didattiche a dopo il voto dei prossimi 20 e 21 settembre. La data stabilita, seppur ancora ufficiale, è quella del 24 settembre. De Luca, attraverso la sua pagina Fb, ha fatto sapere che la  “ Regione ufficializzerà l’inizio del nuovo anno scolastico la prossima settimana attraverso una apposita delibera di Giunta “ . Oltre a quella del 24 c’erano in ballo altre due date, 28 settembre e primo ottobre. Sarebbero state già scartate perché rischierebbero di far slittare a oltre la metà di giugno la fine della scuola e quindi l’inizio degli esami di Stato e  maturità. Per quanto riguarda i banchi singoli, il commissario Domenico Arcuri , ha fatto sapere ai dirigenti scolastici, attraverso uno lettera del 28 agosto,  che in Campania giungeranno entro la fine di ottobre. Quindi le scuole campane apriranno senza i banchi acquistati dal Governo. Pero’ possono contare sulle risorse inviate già ai Comuni per adeguare gli edifici alle regole anti covid .

 

 

Sapri, il cocktail de " La Marmeria " .

 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.