Contenuto Principale

Sapri, verso lo strappo il patto tra Gentile e D'Agostino. Una riflessione dell'ex sindaco sul progetto di Rfi fa presagire l'addio.

 

 

Dopo anni di silenzi l’ex sindaco di Sapri Vito D’Agostino esce alla scoperto e si inserisce nel dibattito sul mancato inserimento del Cilento nel nuovo tracciato dell’alta velocità. Con la sua riflessione, però, sembra prendere le distanze dalla politica che sta portando avanti  il sindaco Antonio Gentile e la sua squadra di governo che poco più di quattro anni fa  D’Agostino sostenne fortemente, favorendone l’elezione . << L’ipotesi del progetto delle ferrovie dello Stato che prevede di far saltare il Cilento intero scrive in un comunicato stampa-   sembra ormai diventare una tragica realtà. Quanti hanno a cuore le sorti della propria terra o rivestono ruoli istituzionali devono fare una riflessione seria sulle strategie adottate e i comportamenti da mettere in campo per scongiurare il pericolo che questa generazione di amministratori passi alla storia come quella che si è fatta scippare l’ultima speranza di un futuro migliore. Mi sono sempre  chiesto in questi giorni  come mai questa città,  che pure è stata capace di far aprire  il suo so ospedale con una rivolta popolare,  possa essersi ridotta ad assistere con tanta inoperosità e  rassegnazione all’ennesima mortificazione dell’ aspettativa in un futuro dignitoso. Riscoprendo  l ‘insegnamento di don Giovannino, occorre ritrovare l’orgoglio e il desiderio di impegnarsi in una vicenda che,  a questo punto, potrà anche vederci penalizzati ma dovrà chiudersi con la consapevolezza di tutti, istituzioni  in testa, di aver difeso fino in fondo i propri diritti>>. La chiamata alle armi dell’ex sindaco di Sapri va a contrastare  nettamente l’atteggiamento assunto fino ad oggi dal suo delfino, il primo cittadino Antonio Gentile che invece sulla questione “ Alta Velocità “ non ha mai sollecitato una rivolta e si è affidato alle azioni intraprese dal consigliere regionale Luca Cascone. Le dichiarazioni di Vito D’Agostino sembrano confermare le voci che circolano da tempo: l’ex sindaco da tempo non condividerebbe le scelte del gruppo Gentile.

 

antonietta nicodemo 

 

Sapri-Eolie, accordo Alicost-Italo . Si parte l'8 luglio.

 

 

 

 Isole Eolie: cosa vedere in una settimana?

 

 

Dopo anni di discussioni e sollecitazioni si concretizza uno dei progetti più attesi dagli operatori turistici del Golfo di Policastro: il collegamento treno-aliscafi per raggiungere rapidamente le isole Eolie dal porto di Sapri. Sono stati chiusi gli accordi tra Alicost e  Italo  per agevolare la connessione tra la stazione ferroviaria e il porto saprese. Dall'8 luglio si potrà arriverà comodamente con l'Alta Velocità di Italo nella cittadina salernitana ,  per poi prendere l'aliscafo di Alicost e raggiungere le meravigliose isole siciliane: Stromboli, Panarea, Salina, Vulcano e Lipari. . Previsto anche un servizio navetta per i viaggiatori fra lo scalo ferroviario   ed il porto, offerto dal Comune di Sapri in collaborazione con l'azienda Autolinee Curcio. In questo modo i numerosi turisti potranno viaggiare da e per leisole siciliane impiegando meno tempo. Le Eolie saranno così collegate al resto del network Italo, raggiungibili dalle città di: Torino, Milano, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Salerno. Italo mettera a disposizione comode coincidenze fra treno ed aliscafo, sia per andare verso le isole che per tornare verso Nord, grazie ad un orario studiato appositamente per soddisfare le diverse esigenze dei viaggiatori. I clienti potranno  effettuare un unico biglietto valido per treno ed aliscafo) direttamente dal sito www.italotreno.it . Saranno 2 le coincidenze giornaliere, già in vendita. 

 

antonietta nicodemo

Torre Orsaia, Istituto Omnicomprensivo. Inaugurato il nuovo edificio.

 

 Torre Orsaia: inaugura la nuova scuola di via Roma | FOTO - Info Cilento

 

 

Sapri,.stamattina traffico in tilt in piazza Plebiscito. Marino : " Il piano traffico va rivisto ".


 
Un incidente sul lungomare ha generato il caos in piazza Plebiscito e sulle strade ad essa limitrofe . La consigliera di minoranza Pamela Marino : " L'amministrazione deve rivere il piano traffico. Il senso unico  crea disagi ".
 
ecco le sue dichiarazioni
 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.