Contenuto Principale

Comunità Montana, in 10 firmano il patto che prevede Cavallone come presidente.

Il Sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone resta in quota per la presidenza della Comunità Montana Vallo di Diano. La questione è stata al centro dell’incontro al vertice del PD, tenutosi a Salerno lunedì scorso. Oltre quello di Cavallone, resta in corsa anche il nome dell’assessore di Casalbuono Attilio Romano, ma il primo cittadino salese godrebbe già dell’appoggio di 10 su 14 dei componenti del consiglio generale della Comunità Montana, e quindi della maggioranza del consiglio. In queste ore sta circolando il documento politico a sostegno della sua elezione. I 10 Comuni che sarebbero pronti a sottoscriverlo sono: Padula, San Pietro al Tanagro, Sant’Arsenio, Polla, Sala Consilina, Atena Lucana, Sassano, San Rufo, Sanza e Teggiano.

Per il momento sono fuori da questo patto: Montesano sulla Marcellana, Buonabitacolo, Monte San Giacomo e Casal Buono. Gli ultimi due sono direttamente interessati alla manovra in corso. Il Sindaco di Monte San Giacomo è Raffaele Accetta, presidente uscente della Comunità Montana che guida da 12 anni, e Casalbuono è il Comune che vorrebbe il suo assessore Romano alla presidenza.

A guidare l’azione politica pro Cavallone è il Sindaco di Sanza Vittorio Esposito. È convinto che sia giusto che a dirigere l’Ente Montano sia il Sindaco del comune capofila dell’intero Vallo di Diano. Se l’accordo andrà in porto Cavallone dovrà lasciare gli altri incarichi: la presidenza della conferenza dei Sindaci del distretto sanitario e quella del Consorzio Sociale, ex piano di zona. Il mandato di Accetta è scaduto il 21 dicembre scorso, ha 30 giorni di tempo per convocare l’assemblea per eleggere giunta e presidente. In quella sede si capirà se la maggioranza è d’accordo a sostituire Accetta con Cavallone.

 

Antonietta Nicodemo

Cilento, turismo sessuale. Il pacchetto contro la crisi.

Il turismo sessuale come opportunità di rilancio dell’economica cilentana. È la proposta dell’imprenditore Nanni Marsicano. Pronto il pacchetto per una vacanza in libertà. Testimonial la pornodiva Malena.

Per info:

 

Daria Scarpitta

Frana Rizzico tra Ascea e Pisciotta. Il Codacons chiede chiarimenti.

Continuano a rimanere al palo i lavori per la realizzazione della variante alla ex statale 447 tra Ascea e Pisciotta. Il Codacons interroga la Provincia e la rete delle Ferrovie.

Per info:

 

Daria Scarpitta

Villammare, la costa si rifà il look. Avviati i lavori per una pista ciclabile.

A Villammare sono iniziati i lavori per la riqualificazione e il recupero ambientale della fascia costiera. Il cantiere era stato inaugurato nel luglio 2020 dal presidente della regione Campania Vincenzo De Luca. Lunedì scorso sono iniziati gli interventi che interesseranno il fronte mare nel tratto di due km che si estendono tra il parco Marinella e il confine del Comune di Sapri. Il progetto, che risale a 20 anni, prevede la realizzazione di una serie di opere, tra cui una pista ciclabile che contribuirà a migliorare anche l’immagine di quel tratto di costa villammarese.

Intanto proseguono i lavori per l’istallazione dell’illuminazione pubblica sull’altro tratto della statale 18, quello a confine con Capitello, mentre si preparano a partire i lavori per la realizzazione di nuovi parcheggi a Vibonati.

 

Antonietta Nicodemo

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.