Contenuto Principale

Il Villammare Festival entra nelle scuole. All'Istituto Da Vinci di Sapri incontri di alfabetizzazione cinematografica.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, schermo

Il Villammare  Festival Film&Friends entra nelle scuole per avvicinare i giovani al linguaggio cinematografico ma anche alla stessa rassegna che l’omonima associazione porta avanti da 18 anni. Il primo istituto a condividere il progetto è stato il Leonardo da Vinci di Sapri. A tenere il primo dei quattro incontri previsti, durante i quali non mancheranno proiezioni di cortometraggi, il patron e direttore artistico Alessandro Cocorullo e la responsabile operativa  Daria Scarpitta. Presente alla lezione inaugurale il dirigente scolastico  Corrado Limongi.

L’associazione Villammare Film Festival-Golfo di Policastro punta magari anche a formare una giuria di giovani per la prossima edizione della kermesse, che si svolgerà dal 23 al 30 Agosto 2019, e non è escluso che alcuni componenti vengano scelti tra gli studenti del Da Vinci che si mostreranno interessati all’iniziativa.

Antonietta Nicodemo

Sapri, il comitato cittadino " Si al restyling della piazza ma senza danneggiare la Città ".

 

 

 

 

“ E’ da 60 anni che attendiamo la riqualificazione della piazza. Ma oggi che c’è il progetto chiediamo che questo avvenga tutelando gli interessi pubblici ma anche quelli di noi commercianti e residenti della piazza “ . A parlare è Salvatore Ricciardi del comitato cittadino che da settimane sta cercando di ottenere dal Comune i documenti relativi al progetto già in gara.  Il punto sul quale chiedono chiarimenti riguarda in particolare le aree di parcheggio. Dal progetto a loro disposizione tutte quelle oggi a disposizione nella piazza vengono soppresse per rendere l’intera area pedonabile. “ Se nelle zone attigue la piazza ci fossero adeguati spazi per parcheggiare a disposizione dei residenti e dei clienti delle attività commerciali non avremmo nulla da dire “, precisa il comitato, che ieri aveva avuto garanzie dai tecnici del Comune che oggi avrebbero ricevuto la documentazione richiesta . Ma anche oggi i cittadini in agitazione non hanno ottenuto nulla. Nel frattempo il loro avvocato prepara il ricorso al Tar e contemporaneamente il comitato organizza un in contro pubblico per far comprendere  alla Città le ragioni delle loro perplessità e i danni che il  progetto in gara causerebbe anche a chi risiede e svolge la propria attività nelle vie attigue la piazza.

Il caso è stato sottoposto anche all’attenzione del gruppo di minoranza attraverso una nota protocollata in Comune nei giorni scorsi. L ‘opposizione per il momento attende di prendere visione degli atti relativi al progetto.  

 

1:25 PIAZZA SAPRI 11APR Nessuna visualizzazione 2 minuti fa

Sapri, Tbc non contagiosa al Santa Croce. L'Asl " niente allarmismi, nessuna persona è infetta ".

 Un caso di Tbc non contagiosa ha generato preoccupazioni a Sapri e nei paesi limitrofi. Dall’Asl, però, hanno già assicurato che si tratta di un episodio che non deve suscitare allarmismi perché di fatto nessuna persona è risulta infettata. Il soggetto interessato è un insegnante  dell’Istituto Comprensivo Santa Croce di Sapri. L’Unità di prevenzione del locale Distretto Sanitario, pur trattandosi di una tbc non contagiosa  è obbligata, da un apposito protocollo, ad eseguire uno screening su chi  ha avuto contatti con il docente risultato colpito dal batterio, primi fra tutti i suoi familiari che sono risultati negativi insieme agli oltre  30 alunni di un'altra scuola del Cilento in cui insegnava.  Ora il test intradermico di mantoux sta  interessando una parte della popolazione scolastica dell’istituto Santa Croce. La prima  a sottoporsi al test è stata la dirigente scolastica Paola Migaldi per dimostrare la assoluta partecipazione all’indagine di caso, anche lei è risultata negativa. Nei giorni scorsi si è tenuto un incontro tra  il responsabile dell’unità di prevenzione la dottoressa D’Alvano ,     il personale scolastico e le famiglie degli alunni che dovranno sottoporsi al test. Nel corso della riunione la dottoressa ha spiegato che il contagio avviene quanto si è a contatto con una soggetto affetto da tbc almeno per otto ore di fila in un ambiente chiuso . Nel caso specifico poi, ha ribadito più volte – si è di fronte ad una persona risultata affetta da tubercolosi non contagiosa “ .  Una riunione  che, inevitabilmente, ha innescato una serie di interrogativi e seminato preoccupazione anche tra le famiglie e il personale che non dovranno essere sottoposti  ad accertamenti.  Di qui, la necessità di indire un altro confronto rivolto a chi ha necessità di ottenere chiarimenti in merito. La dottoressa D’Alvano si è resa disponibile ad incontrare gli interessati lunedì prossimo alle 16,30  presso l’aula magna .

 

 

 

Ospedale di Sapri. Entrano in servizio tre ostetriche. Lunedì conferenza dei Sindaci sulle criticità.

Risultati immagini per ospedale sapri maternita

 

Questa mattina hanno preso servizio all’ospedale di Sapri le tre ostetriche reclutate  d’urgenza, ricorrendo alle agenzie interinali,  per sopperire alle carenze d’organico venutesi a determinare, per pensionamenti e altre esigenze, presso il personale del reparto di Ostetricia e Ginecologia. Giovani, sono già state inserite nei turni  e “verranno affiancate in questi primi tempi – ha spiegato il direttore sanitario Rocco Calabrese - per garantire  con efficacia  il servizio h 24”. Il loro contratto è a tempo determinato di sei mesi, un periodo sufficiente, per consentire di espletare la procedura di mobilità avviata proprio in questi giorni dall’Asl di Salerno per reclutare tali figure. Ma non è escluso che per le ostetriche appena entrate questo sia solo l’inizio, soprattutto se lavoreranno bene e si integreranno nel reparto. Intanto, dallo scorso 5 aprile è stata pubblicata la delibera che annuncia l’arrivo del nefrologo Giovanni Bellotti all’Immacolata, mentre sul fronte degli autisti di ambulanza la direzione sanitaria è al lavoro, nonostante ostacoli e difficoltà, per  riuscire a passare dagli attuali due a tre operatori, grazie all’impiego di dipendenti con tali  specializzazioni al momento inseriti in altri uffici e strutture del presidio saprese. Mentre la dirigenza lavora amministrativamente  per dare risposte alle criticità di un ospedale così importante per il basso salernitano, qualcosa si muove anche sul fronte della politica. Il sindaco di Sapri  Antonio Gentile ha convocato per lunedì 15 aprile alle 16.30 la conferenza dei sindaci del Distretto Sapri-Camerota. Sul tappeto le questioni relative all’organico ma anche le ultime scelte prese ai piani alti che vedono penalizzato l’Immacolata, sulla carta Dea, ma nei fatti costretto a racimolare fondi e personale e vedere inascoltati e disattesi le proprie istanze e i propri progetti.

 

 Daria Scarpitta 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.