Contenuto Principale

Pd in crisi, Simone Valiante verso l'addio. Strizza l'occhio alla Meloni.

 

 

 Simone Valiante | Facebook

 

 

Elezioni politiche, l'analisi di Alfonso Andria e Carmelo Conte.

Alfonso Andria lascia il Partito Democratico: la lettera

 

Politiche, il salernitano entra alla Camera con la Lega. Per il collegio Eboli - Sapri è stato eletto il cilentano Attilio Pierro.

Elezioni a Salerno, Lega: Pierro ha incontrato Salvini - Cronaca - La Città  di Salerno 

 

Il consigliere regionale salernitano Attilio Pierro della Lega, entra in Parlamento. Si è aggiudicato il collegio contro Luca Cascone, il Collegio uninominale Eboli – Cilento per la Camera dei Deputati. PIerro è di Roccagloriosa comune interno del basso salernitano, dove vive insieme alla famiglia. Ed è dalla sua casa alla frazione Acquavena, che ha seguito con gli amici lo scrutinio e festeggiato l'elezione, mentre concedeva interviste alla stampa. 

 
 
 
Breve intervista all'on. Pierro. 

Santa Marina, anche l'Anac ordina la sospensione dei dipendenti comunali condannati.

 

 Santa Marina. Sanzione disciplinare illegittima. Il Comune perde la causa  contro l'ex responsabile dell'ufficio tecnico Berretti. - 105 Tv

Dopo il Tribunale di Lagonegro, il Tar e il consiglio di Stato è l’autorità nazionale anticorruzione a ordinare l’interdizione dagli uffici comunali di Santa Marina del responsabile dell’ area urbanistica e del responsabile dell’area amministrativa. Il 14 settembre scorso l’Anac ha emesso la delibera con la quale dichiara incoferibili gli incarichi assegnati ad entrambi i dirigenti dall’Ente Locale e quindi nulli i relativi contratti di lavoro. L’Anac è giunta a questa conclusione al termine di un articolato procedimento sollecitato dal gruppo di opposizione. Dodici pagine che ripercorrono tutti i fatti accertati dall’ anticorruzione incluse le controdeduzioni degli uffici comunali. A        questo punto il comune o si adegua alle disposizioni dell’Anac e sospende i due dirigenti o presenta ricorso al Tar contro la delibera della stessa autorità. Una questione partita con la sentenza di primo grado  del aprile 2021 con cui il Tribunale di Lagonegro condannò per abuso d’ufficio in concorso,  a 2 anni e sei mesi di reclusione l’ex sindaco di Santa Marina Dionigi Fortunato e a un anno e otto mesi di reclusione, pena sospesa, per gli altri 3 imputati,  all’epoca dei fatti tutti e tre dirigenti del comune santamarinese. Per tutti e 4 fu  disposta anche l’interdizione dai pubblici uffici: due anni per Fortunato e un anno per i tre tecnici. Di questi, due sono i funzionari ancora in servizio a Santa Marina.  L’ amministrazione Fortunato non li ha mai sospesi dall’incarico, nemmeno dopo le varie ordinanze giudiziarie, che hanno evidenziato l’illegittimità dell’incarico che ricoprono. Intanto è scaduto abbondantemente l’anno di interdizione dai pubblici uffici che aveva ordinato il Tribunale lagonegrese.  Secondo anche quanto si legge tra le carte dell’Anac gli atti firmati da entrambi i dirigenti comunali sono nulli. Da capire, quale sarà la mossa del comune. Questa volta si adeguerà o continuerà a fare finta di nulla ? << Chi dimostra di non rispettare la legge chi disprezza le sentenze non può ricoprire il ruolo di guida di una comunità. Tutti dovrebbero dimettersi >>, dichiarano i consiglieri dell’opposizione Vincenzo Castaldo, Daria Scarpitta e Gianguido Cafiero.

 Antonietta Nicodemo 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.