Contenuto Principale

Cilento, falsi diplomi. Chiusa l'inchiesta, 554 indagati.

 

 
 

 

Terminata la lunga e complessa indagine sui falsi diplomi coordinata dalla Procura di Vallo della Lucania e svolta sul territorio dai Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria e dalle Compagnie di Vallo e di Agropoli. Una vicenda che partita dalla scoperta nel 2019  di un diplomificio con base a Castellabate, l’Istituto Professionale paritario Passarelli di San Marco, ha finito per estendersi con varie ramificazioni in tutta Italia. Nelle scorse settimane erano cominciati ad arrivare gli avvisi di conclusione indagini nelle varie zone del nostro Paese interessate, come ad esempio la provincia di Como, ora è arrivata lo stop all’inchiesta a livello complessivo. In totale sono risultati 554 gli indagati  che a vario titolo devono rispondere dei reati di corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e truffa aggravata ai danni dello Stato. Ammonta invece ad  oltre 7.500.000 euro il danno inflitto alle pubbliche amministrazioni.  L'indagine era scaturita  dalla segnalazione  - a cura di un Ufficio Scolastico Regionale - della circostanza singolare che alcuni docenti, per l'assunzione in ruolo nel 2018, presentavano titoli di studio datati ma mai esibiti nelle procedure concorsuali precedenti. A quel punto i militari dell'Arma decisero di approfondire e, acquisirono centinaia e centinaia di titoli di studio "sospetti" su tutto il territorio nazionale. La certosina analisi documentale durò oltre un anno  e portò alla scoperta di firme false in oltre 400 "diplomi", false pergamene e discrasie tra registri e titoli, una vera e propria fabbrica di titoli di studio falsi e non certo gratuiti: tra i 1000 e i 2.500 euro il costo accertato dagli investigatori di ciascuno dei vari titoli di studio falsi rilasciati (diplomi di grado preparatorio, diplomi di specializzazione polivalente, diplomi di qualifica professionale) che hanno addirittura consentito a numerosi indagati, residenti sull'intero territorio nazionale la vincita di concorsi in ambito scolastico.

 

DARIA SCARPITTA 

 

 

Cilento, bretella Laurito-Massicelle. Conto alla rovescia per l' appalto dei lavori.

 

 La Provincia di Salerno approva il Bilancio

Inizia a intravedersi all’orizzonte il completamento della bretella Massicelle-Laurito. Il consiglio provinciale di Salerno, nella seduta di mercoledì, ha approvato la convenzione con la quale delega la comunità montana del Bussento Lambro e Mingardo ad espletare la procedura per l’affidamento dei lavori per la costruzione della  strada che collegherà  direttamente e rapidamente alla Cilentana i comuni di : Rofrano, Alfano e  Laurito . La convenzione licenziata da Palazzo Sant’Agostino rientra nell’ambito di un iter procedurale avviato negli anni scorsi tra Comunità Montana e Provincia, quest’ ultima proprietaria della strada in questione, per abbattere i tempi burocratici. Ora l’Ente Montano ha il permesso per procedere all’appalto. Nelle prossime settimane sarà pubblicato il bando e secondo le previsioni del presidente della Comunità Montana Vincenzo Speranza entro l’anno saranno consegnati i lavori. << Finalmente – dice soddisfatto – iniziammo ad avvicinarci al traguardo dopo tre anni di inteso lavoro che ci ha consentito di arrivare a questo punto >>. L’impresa che si aggiudicherà l’opera dovrà costruire due km di strada tra Laurito e il bivio di Massicelle di Montano Antilia, quest’ultimo comune già collegato con la Cilentana. Ci vorranno almeno sei mesi per costruire la tanto attesa bretella. Se i lavori inizieranno entro il 2021 prima della prossima stagione estiva potrebbe già essere a disposizione degli automobilisti. << La provincia – ha detto il presidente Michele Strianese – ancora una volta dimostra di essere presente sule questioni rilevanti per il territorio, soprattutto in un momento delicato come questo in cui è urgente creare e sostenere sviluppo economico e occupazionale >>.

 

 

 antonietta nicodemo 

Vallo, il romanzo di Antonella Casaburi al salone del libro di Torino.

 

 

 

 Ascea, presentazione del libro “Mirari” di Antonella Casaburi - 13/8/21 -  cilentano.it

Al SALONE DEL LIBRO DI TORINO SARA' PRESENTE LA PROFESSORESSA DI VALLO DELLA LUCANIA ANTONELLA CASABURI CON IL SUO ROMANZO “ MIRARI “ . UN VOLUME CHE RACCONTA LE PECULIARITA' DEL CILENTO

 

 

Comuni, ecco le nuove giunte di Vallo, Monte San Giacomo, Vibonati e Tortorella. Per il bilancio Sansone sceglie un assessore esterno. Borrelli conserva l'ambiente.

 

Elezioni, Vibonati: tutti i candidati e le liste - L&#39;Occhio di Salerno

    

E’ Tiziana Cortiglia il nuovo vice sindaco di Vallo della Lucania, a Vibonati l’importante incarico è stato assegnato a Luigi Brusco, a Monte san Giacomo il numero due di palazzo di città è Antonio Caporrino, a Tortorella Gianfranco Lettieri.  Iniziano a definirsi le squadre di governo dopo la recente tornata elettorale che ha impegnato  diversi comuni del salernitano. A Vallo della Lucania Nicola Botti del Pd, secondo degli eletti , alla fine non ce l’ha fatta ad aggiudicarsi la corsa per la carica di vice sindaco è comunque entrato in giunta con la delega al contenzioso e affari generali. Resta fuori dall’esecutivo Pietro Miraldi. In  un primo momento era stato scelto per la nuova squadra di governo, poi alla fine è stato sacrificato per fare spazio ad un assessore esterno, esattamente al commercialista Emilio Romaniello. Uomo di fiducia del sindaco, la cui nomina pare non rientrasse nei patti pre elettorali, per questo che la mossa ha sorpreso qualcuno. A Vallo della Lucania compongono la nuova giunta insieme al sindaco Antonio Sansone gli assessori: Tiziana Cortiglia, Nicola Botti, Iolanda Molinaro ed Emilio Romaniello.  A Cortiglia prima degli eletti è andata la carica di vice sindaco. Il primo cittadino Sansone ha conservato la delega ai Lavori Pubblici e all’urbanistica. Il nuovo consiglio vallese si insedierà il prossimo 23 ottobre. A Tortorella il sindaco Nicola Tancredi ha convocato il consiglio per venerdì prossimo 15 ottobre alle 18. I due nuovi assessori  sono  : Gianfraco Lettieri, vice sindaco e Domenico Abbadessa. A Monte San Giacomo il primo cittadino Angela D’Alto per la giunta ha scelto  Aldo Manno e Antonio Caporrino , a quest’ultimo è andata la carica di vice sindaco. . Giovedi 21 ottobre alle 19 presso Palazzo Marone l’insediamento del consiglio comunale nuovo eletto. Tutto definito anche a Vibonati. Con il sindaco Manuel Borrelli compongono la squadra di governo : Luigi Brusco vice sindaco e assessore al turismo e alla cultura, Franco Giffoni assessore ai lavori pubblici e all’urbanistica, Genny Gerbase Pubblica istruzione e Anna Maria Maiorano assessore alla protezione civile e parti opportunità. Borrelli ha tenuto per se ambiente e politiche giovanili. A Vibonati il consiglio è stato convocato per sabato prossimo 16 ottobre alle 11 .

antonietta nicodemo 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.