Contenuto Principale

Santa Marina, nomina dei funzionari. Le motivazioni della condanna. "Il Comune primo danneggiato" ma non si è costituito parte civile.

Comune di Santa Marina (Salerno) - News

Depositate le motivazioni della sentenza di primo grado  con cui il Tribunale di Lagonegro ha condannato l’ex sindaco di Santa Marina Dionigi Fortunato a due anni e sei mesi e tre funzionari del Comune a un anno e sei mesi ciascuno  per abuso d’ufficio in concorso proprio in merito alla loro nomina tra il 2013 e il 2014 a dirigenti del Comune, avvenuta non sulla base di un concorso ma intuitu personae . Una vicenda sollevata all’epoca dei fatti dall’architetto Antonio Berretti. Nelle pagine che spiegano i motivi della condanna il collegio giudicante presieduto dal dott. Silvio Piccinno censura duramente l’operato degli imputati e sottolinea la mancata separazione tra apparato amministrativo e apparato politico con il rischio conseguente di assenza di autonomia dei dirigenti nominati. “Per nomina- si legge- deve intendersi l’investitura finale, non già la gestione, per giunta esclusiva e discrezionale, del procedimento amministrativo” che porta alla scelta del soggetto in questione. I giudici ribadiscono che “la selezione dei pubblici funzionari non ammette ingerenze di carattere politico”. “Eppure – si legge ancora - si è previsto come metodo di selezione il mero gradimento del sindaco con ciò facendo irragionevolmente l’organo di vertice dell’apparato burocratico un collaboratore del sindaco”. Nelle motivazioni i giudici sollevano perplessità sull’avviso di selezione pubblicato per dieci giorni a cavallo di Ferragosto sul solo sito del Comune, sul colloquio avvenuto senza saggiare le competenze tecniche dei dirigenti e senza menzionare la materia relativa al loro settore. Il Tribunale definisce del tutto illegittimi i provvedimenti di nomina dei funzionari  e sottolinea l’ingiusto profitto dei 3 dirigenti in quanto - si legge- percepiscono somme non dovute poiché frutto di atti illegittimi di nomina .In questa vicenda il Comune di Santa Marina non si è costituto parte civile ma i giudici riconoscono come primo danneggiato proprio l’Ente , “teatro di uno stato di permanente belligeranza – è scritto nelle motivazioni- che non solo ha dovuto erogare denaro pubblico non dovuto, ma ha visto anche occupare i posti di vertice dell’amministrazione da funzionari che erano inevitabilmente più a servizio della parte che dell’intera collettività”  . Il Tribunale del Lagonegro aveva condannato i tre funzionari anche  l’interdizione dei pubblici uffici per un anno, ma nonostante i solleciti dell’opposizione a sindaco e Prefetto, al momento due di essi sarebbero ancora in servizio presso il Comune di Santa Marina.

Sapri, rapina in casa. In due picchiano l'uomo che gli apre la porta e gli rubano portafogli e cellulare.

 

 Sapri, prestiti da imprenditori del Golfo: accertamenti su carabiniere -  Info Cilento

Si spacciano per turisti in cerca di una casa da prendere in affitto per l’estate e una volta dentro l’appartamento, al quale avevano bussato per chiedere informazioni,  picchiano il proprietario e lo rapinano. E’ quanto accaduto ad un uomo residente in via Garofalo ,nei pressi della stazione ferroviaria, nel cuore della città.Intorno alle 18,30 di ieri due uomini hanno bussato alla porta dell’abitazione. Il proprietario, conosciuto in paese, ha aperto  . I due, per entrare,  hanno riferito di essere alla ricerca di un appartamento per le vacanze estive,e mentre cercavano di portare avanti la loro bugia hanno varcato la soglia di casa ed hanno aggredito lo sventurato proprietario dell’appartamento . Lui non è riuscito a reagire alla violenza dei due, che in un batter d’occhio si sono impossessati del portafogli e del cellulare, poi sono fuggiti via. Sul posto sono stati chiamati ad intervenire i carabinieri della locale stazione. Mentre la vittima dei rapinatori veniva trasportato in ospedale per le cure del caso, il comandante Marino, insieme ai suoi uomini, ha dato inizio alla caccia ai due malviventi, che avrebbero le ore contate. Non è escluso che nella vicenda siano coinvolte persone del posto . In tarda serata, il rapinato è stato dimesso dall’ospedale di Sapri.

antonietta nicodemo

Cilento, incidente mortale. Vittima un pizzaiolo di Lustra.

 

Sapri, piazza plebiscito e ruota panoramica. I chiarimenti del sindaco Gentile.

Sapri, il sindaco Antonio Gentile entra nelle case dei cittadini. Al via la  campagna "#SENZAZUCCHERO"

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.