Contenuto Principale

Sapri anni '60. I commercianti non contribuiscono e il patron minaccia la fine dell'evento.

 

 

 

“ Sapri anni ‘ 60 “ rischia di arenarsi. Dopo anni di successi ed entusiasmo la kermesse musicale potrebbe dire addio ai suoi spettacoli sul lungomare della Città della Spigolatrice. Tra gli ospiti della stagione 2019, appena terminata, il grande Mario Biondi. A minacciare la fine dell’avventura è il patron dell’evento Vito Sofo. “ Quest’anno con enormi sforzi organizzativi ed economici  – spiega – siamo riusciti a portare a termine con successo la manifestazione che è una delle più importanti in Campania e che richiama migliaia di turisti. Mi duole constatare che solo nove commercianti del lungomare hanno contribuito concretamente affinchè tutto riuscisse come previsto. Tutti gli altri hanno sostenuto di non poter sostenerci per scarsi guadagni “ . Si tratta di una rassegna nata tra mille entusiasmi ma negli ultimi anni gli organizzatori hanno avuto da ridire più volte sul mancato sostegno da parte  del paese. Appena alla fine dell’edizione 2019 arriva lo sfogo del patron: “ Sapri anni ’60 potrà continuare solo se ci sarà il contributo di tutti in particolare dei commercianti del lungomare altrimenti comunico fin d’ora che la kermesse è giunta al capolinea” .

 antonietta nicodemo 

 

 

servizio di Daria Scarpitta

Sapri, investe un anziano in bici e scappa. Arrestato turista salernitano. Il pensionato è in coma in rianimazione.

 

~ (1600×1200)

Era ubriaco e drogato alla guida dell’auto ed ha investito un anziano in bici senza fermarsi a prestare soccorso. Lui è stato identificato e arrestato, la sua vittima combatte tra la vita e la morte. Tutto è accaduto in un attimo a Sapri domenica  mattina alle 7 davanti al distributore di carburante Esso sulla s.s.18, sotto gli occhi di un Carabiniere in borghese, che si trovava davanti all’area di servizio. Il pirata della strada è un 45 enne di Salerno in vacanza a Torraca, presso suoi parenti. Era al volante di una Golf Wolkswagen e diretto verso Villammare. Nella stessa direzione pedalava lo sventurato 85 enne di Sapri (A.S). Mentre percorreva la via nazionale in sella alla due ruote è stato investito dall’auto guidata dal salernitano. L’anziano è finito violentemente a terra l’automobilista è fuggito via. Immediatamente sono intervenuti i Carabinieri del nucleo radiomobile del Comandante Pino Bosco che sono riusciti ad individuare a Villammare, al bivio per Vibonati, l’autore del grave incidente stradale. Dopo gli accertamenti del caso è stato arrestato per lesioni gravissime ad altra persona , omissione di soccorso e guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti . ll turista salernitano, agente di commercio, è stato trovato positivo all’ alcool e cocaina. Sul posto del sinistro è giunta l’ambulanza del 118 che ha trasferito l’anziano presso l’ospedale di Sapri. Le sue condizioni sono gravissime: trauma cranico, emorragia cerebrale, polifratture al bacino, al collo e in altre parti del corpo. Lo sventurato 85 enne è in coma presso il reparto di rianimazione. La prognosi è riservata. Si tratta di una persona conosciuta in Città. Era uscito di casa per raggiungere in bicicletta il cimitero, distante pochi metri dal luogo in cui è stato investito. Proprio nel momento in cui il pirata della strada ha travolto l’anziano,  sul marciapiede della s.s.18 stava passeggiando, in  il brigadiere del nucleo operativo dei Carabinieri Borneo che, pur essendo fuori servizio, ha provveduto ad allertare il 118 e a prestare i primi soccorsi all’anziano. Inoltre in quel preciso momento, un altro Carabiniere, anche lui in borghese, era a piedi su quella strada e ha fatto in tempo a prendere la targa della Golf . Il caso ha voluto che qualche minuto dopo l’incidente passasse di lì  un’ autoradio del nucleo radiomobile che, sollecitata dagli altri due carabinieri, si è messa all’inseguimento del pirata. E’ stato raggiunto a pochi km dal luogo del tremendo incidente, nei pressi del bivio per Vibonati. Dai ieri il libero professionista salernitano è ai domiciliati a Torraca ma già da oggi dovrebbe raggiungere la sua abitazione di Salerno. Ora l’attenzione è rivolta alla salute dell’85 enne.

 antonietta nicodemo 

Sapri, il feretro di Simon ha lasciato il Cilento. A salutarlo il direttore sanitario e il cappellano.

~ (799×1599)

È partita questo pomeriggio dall’ospedale “Immacolata” di Sapri la salma di Simon Gautier, l’escursionista francese ritrovato privo di vita nei pressi del Pianoro di Ciolandrea la scorsa domenica dopo nove lunghi giorni di ricerche.

Il corpo del 27enne, trasferito presso il nosocomio saprese lunedì scorso per l’esame autoptico effettuato ieri dal medico legale Adamo Maiese, nelle prime ore del pomeriggio è stato trasportato dalla “Rete Imprese funebri Cilento” presso l’aeroporto di Roma per poi fare rientro domani in Francia.



A dare l’ultimo saluto a Simon nell’ospedale di Sapri c’erano don Pasquale Pellegrino, parroco della Cappella presente nel nosocomio che ha benedetto il corpo del giovane francese e il Direttore Sanitario Rocco Calabrese che ha rivolto a Simon l’ultimo saluto.

Ad attendere la salma del 27enne ci saranno in Francia i genitori e gli amici dell’escursionista che, appresa la notizia della sua scomparsa, nei giorni scorsi sono arrivati in Italia per aiutare i numerosi soccorritori.

Simon è stato ritrovato esanime in un dirupo lungo la costa di Scario gettando nello sconforto non solo i familiari e gli amici ma l’intero Golfo di Policastro.

– Maria Emilia Cobucci –

 

 

Escursionista morto in un dirupo. L'avvocato della famiglia Gautier: " tanti i nodi da sciogliere. La famiglia resta legata a questo territorio. Qui c'è l'anima di Simon ".

 

 

Risultati immagini per autopsia gautier
 

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.