Contenuto Principale

Aree marine protette, Vassallo chiede conto delle spese. Il Parco: "Non è competenza della Commissione, ma noi sempre trasparenti".

Dario Vassallo presidente della commissione della “Costa degli Infreschi” -  Gente e Territorio

“La vita amministrativa nazionale deve essere pubblica, in base alla legge sulla trasparenza”. Con queste poche parole postate su Fb Dario Vassallo, presidente della Commissione Area Marina Protetta Coste degli Infreschi e della Masseta rende conto dell’ultima riunione dell’organo, chiusa per mancanza del numero legale, e della sua richiesta sulle spese per il parco marino, rimasta inevasa. Nella giornata di mercoledì infatti alla riunione della Commissione si sono presentati, oltre al Presidente, solo il delegato della Capitaneria di Porto di Palinuro, il capitano di corvetta Antonio Bonito e il  Direttore del Parco  del Cilento, responsabile dell’area  marina protetta,Gregorio Romano, supportato dal dipendente Pietro Ferrara per la verbalizzazione. Dopo circa un’ora, visto che nessun altro si era presentato , è stata dichiarata deserta la seduta.  In questo contesto il presidente Vassallo ha presentato un documento che è stato trasmesso a tutti  i componenti della Commissione e al Ministero della Transizione Ecologica. Appare evidente che si inizia nel segno della tensione,  con Dario Vassallo che denuncia l’assenza di risposte sulle  spese destinate al parco marino . “ Oggi ne vedremo delle belle. - ha scritto -  Sono tre volte che chiedo le stesse cose”. Ma il Parco  del Cilento, il giorno dopo le esternazioni di Vassallo, nega addebiti sulla trasparenza .” La Commissione di Riserva- ha spiegato il direttore Gregorio Romano- è un organo  consultivo che deve fare suggerimenti e proposte su alcuni argomenti, non ha competenze nel controllo degli atti e dei conti ed è diverso dall’ente gestore dell’area marina a cui si affianca solamente. Ma noi siamo trasparenti – ha aggiunto- I nostri conti, i nostri atti sono controllati dal Ministero dell’Ambiente e da quello del Tesoro, dai revisori dei conti e sono pubblicati integralmente sul sito del Parco. Noi li metteremo a disposizione comunque, li manderò a tutti i componenti della Commissione. Ho già dato mandato alla ragioneria di predisporli e trasmetterli.”

Scuola, cambiano i presidi. Novità a Sapri e Torre Orsaia. Sgap e Santa Marina in attesa di guida.

Riapertura scuole, delusione fra i presidi. La proposta: "Dove ci sono più  vaccinati si può tornare alla normalità" - Orizzonte Scuola Notizie

Assegnati i nuovi presidi alle scuole salernitane. La direttrice dell’ufficio scolastico regionale Luisa Franzese ha licenziato il decreto di assegnazione dirigenziale per l’anno 2021-2022. Diversi gli avvicendamenti e gli arrivi previsti anche a sud di Salerno.Nel Vallo di Diano Pietro Mandia è stato assegnato all’istituto comprensivo di Padula. A Sapri Maria Teresa Tancredi torna alla guida della Dante Alighieri che lo scorso anno aveva tenuto in reggenza, in quanto dirigente dell’Istituto comprensivo di San Giovanni a Piro . Maria De Biase, dopo un difficile anno caratterizzatosi per un duro braccio di ferro con il Comune di Santa Marina, ha chiesto e ottenuto il trasferimento dall’istituto scolastico locale , trovando sede a pochi km. E’ infatti la nuova dirigente del comprensivo di Torre Orsaia. “ Sono grata e felice – ha scritto in un post da cui emerge tutta la sua amarezza- perché è stata accolta la mia richiesta. Ho dato tutta me stessa alla scuola da cui sono stata costretta a scappare. Proveremo a ricominciare e a fare un buon lavoro come abbiamo sempre fatto. Auguro buona fortuna alla comunità di Casaletto Spartano con cui ho avuto sempre un ottimo rapporto, alle tante famiglie amiche di Policastro auguro buona scuola. a tutti gli altri auguro di intraprendere il cammino di cambiamento, da sudditi a cittadini”. Alla luce di questi movimenti sono diverse le scuole che restano al momento senza presidi. Caggiano e Polla dove il trasferimento dei dirigenti ha lasciato vuote le sedi, ma anche San Giovanni a Piro e Santa Marina. Dopo le immissioni in ruolo, entro agosto i dirigenti potranno fare richiesta di reggenza  e dunque non si esclude che le scuole in questione possano finire nelle mani dei presidi già presenti sul territorio.

Daria Scarpitta

Sapri, rimossa la casa dell'acqua. L'azienda : " Era anti economica " .

 

 

CASA DELL' ACQUA RIMOSSA A SAPRI. I CITTADINI SI CHIEDONO IL PERCHE'. A 105 TG LA RISPOSTA DEL  TITOLARE DELLA AZIENDA CHE GARANTIVA IL SERVIZIO. ALESSANDRO MAFFEI : “ ERA ANTI ECONOMICA . POCHISSIMI  I CITTADINI CHE LA UTILIZZAVANO “

 

Rofrano, è accusato di pedopornografia. Condanna bis per il sindaco Cammarano.

 

 

 Pedopornografia, condanna bisper il sindaco di Rofrano - Il Mattino.it

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.