Contenuto Principale

Sapri: contagi in crescita, stop al mercato. All'ospedale muore anziano di Maratea. Già grave, era risultato positivo al Covid.

A Ravenna un nuovo caso di Covid ma nessun decesso. 33 i nuovi positivi in  Regione - RavennaNotizie.it

A Sapri i casi positivi che si sono aggiunti nella giornata di lunedì, dopo l’esecuzione di tamponi presso strutture accreditate, sono 3. Si tratta di un uomo e due donne, una delle quali potrebbe essere collegata a casi già registrati nella cittadina. Per gli altri due invece pare non ci siano legami. Di fronte a questa ulteriore crescita dei contagi, che sono saliti a quota 30 e che ancora una volta sembrano riguardare diversi cluster, il sindaco ha emanato una nuova ordinanza con cui ha disposto la sospensione del mercato settimanale anche per venerdì 30 ottobre. Sono numerosi i tamponi disposti dall’Asl di cui si attende l’esito, a cui si aggiunge il report consegnato in serata solitamente dai due laboratori accreditati nel Golfo di Policastro presi d’assalto in queste settimane dalle persone che decidono di sottoporsi autonomamente ai controlli. Intanto, all’ospedale di Sapri si è registrata la morte di un anziano di Maratea, originario della frazione Massa. L’uomo, di 81 anni, allettato da tempo per le gravi patologie di cui soffriva, è giunto al Pronto Soccorso dell’Immacolata dove è emersa anche la positività al Covid. Nella giornata di lunedì il decesso, che, sia pure avvenuto su un paziente in delicate condizioni di salute, è il primo di un paziente positivo al Covid registrato nel Golfo di Policastro. La stanza dove l’anziano è stato tenuto in isolamento presso il Pronto Soccorso è stata sottoposta a sanificazione e sugli operatori sanitari verranno eseguiti i tamponi. Intanto proprio a Maratea sono emersi nuovi casi di positività al Covid, che hanno portato il totale dei contagiati a 7. Dai tamponi eseguiti tra i contatti diretti dei precedenti casi, sono risultate positive altre 4 persone. Una di queste frequenta l’Istituto Tecnico Trasporti e Logistica e per questo il sindaco Daniele Stoppelli ha  disposto con un’ordinanza la sospensione delle attività didattiche in presenza presso la scuola superiore fino al prossimo 31 ottobre, salvo proroghe, per consentire la sanificazione e l’applicazione dei protocolli previsti.

 

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.