Contenuto Principale

Policastro, cinema chiuso da un mese. Il consigliere Tagliaferri interroga il sindaco su cambio di gestione e improvviso stop. "Quale futuro per la struttura?"

Image result for cinema policastro

Il Cinema di Policastro Bussentino è da circa un mese che è chiuso e non sappiamo perché e se ci sarà un futuro per questa struttura”. A denunciarlo è il consigliere di minoranza del Comune di Santa Marina Salvatore Tagliaferri che proprio questa mattina ha inoltrato un’interrogazione a risposta scritta al sindaco Giovanni Fortunato. Il cinema lo scorso anno aveva avutola stessa gestione del cineteatro Ferrari di Sapri , funzionando come un multisala assieme all’altra struttura. Poi, la decisione della giunta comunale di Santa Marina lo scorso agosto di accogliere la proposta della società A.S.G.A. srl, già concessionaria del cineteatro De Filippo di Agropoli,  e di affidare alla stessa il cinema policastrese dal 16 agosto al 15 settembre  in attesa di predisporre l’avviso pubblico per l’acquisizione di proposte per la stagione cinematografica  e/o teatrale 2019/2020. Questo quanto ricostruito dai consiglieri di minoranza di Santa Marina dagli atti in possesso. Poi a settembre, mentre era in corso la proiezione del film “It”, il cinema è stato improvvisamente chiuso. Secondo quanto riportato da un cartello all’ingresso della sala cinematografica la chiusura sarebbe temporanea e dovuta ad un guasto ma sono passate diverse settimane senza che le porte della struttura  riaprissero. Di qui la decisione di Tagliaferri di capire che cosa sia accaduto e quali saranno le intenzioni dell’amministrazione in merito alla gestione dell’impianto. Nell’interrogazione il consigliere chiede infatti di conoscere: “ le motivazioni che hanno portato a tenere chiusa la struttura, se la struttura è ancora gestita dalla società A.S.G.A., se vi è interesse a portare a termine la programmazione dell’anno 2019, quali sono le iniziative che l’amministrazione intende portare avanti per tenere viva la struttura , se vi sono guasti all’interno che non permettono di usufruirne.” “Credo che questo tipo di struttura- ha detto Tagliaferri- vada valorizzata proprio durante il periodo autunnale e invernale.  Sono state realizzate manifestazioni durante l’estate concentrando l’economia in quella struttura, quando avrei ritenuto più opportuno realizzarle all’aperto, ed ora che il cinema dovrebbe funzionare è chiuso. Un vero e proprio controsenso.  Abbiamo assistito ad un cambio di gestione – prosegue Tagliaferri-  e ad oggi non sappiamo se il cinema è ancora gestito da parte di terzi. Mi auguro che quel luogo di cultura non venga abbandonato  e venga fatto  tutto il possibile per mantenerlo vivo”.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.