Contenuto Principale

L'ASSOCIAZIONE NAZIONALE TESTIMONI DI GIUSTIZIA TROVA FINALMENTE SEDE. E' A PADULA. STAMANE LA FIRMA DEL PROTOCOLLO D'INTESA.

L'Associazione nazionale Testimoni di Giustizia da oggi ha finalmente una sede. E' nel salernitano. Il presidente Ignazio Cutrò, dopo diverse porte in faccia, ha trovato le braccia aperte del Comune di Padula. Stamane, in un'aula gremita dagli studenti del Liceo Pisacane, la firma del protocollo d'intesa tra l'Ente e l'Associazione. Un protocollo che prevede, tra l'altro l'utilizzo da parte dei Testimoni di Giustizia di un locale nella casa comunale in comodato d'uso gratuito  per le proprie riunioni programmatiche e per le assemblee nazionali. L'Associazione si impegna a tenere almeno un'assemblea annuale nella città di Padula e a rappresentare nelle sedi istituzionali le attività poste in essere dall'Ente in materia di contrasto alla criminalità. Il momento più commovente della cerimonia è stata la firma del protocollo, a cui ha preso parte, per la prima volta in pubblico a volto scoperto per poter firmare da uomo libero, Giuseppe Carini, testimone di giustizia in nome di Padre Pino Puglisi. Un attimo prima di velare nuovamente il suo capo con un passamontagna. L'abbraccio tra lui e gli altri testimoni di giustizia è stato il momento più intenso della cerimonia. Le immagini della giornata e le interviste ai protagonisti nel servizio di Daria Scarpitta.

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.