Contenuto Principale

Sala, Palazingaro chiuso dopo un sopralluogo di Carabinieri e Asl. La minoranza chiede documenti e chiarezza.

Risultati immagini per palazingaro sala consilina

Sospese tutte le attività al Palazingaro di Sala Consilina. Nella giornata di lunedì il sindaco Francesco Cavallone ha emanato un’ordinanza in cui veniva inibito l’utilizzo della struttura sportiva  di loc. Pozzilo che ospita campi di basket, calcio a 5 e pallavolo. Il provvedimento è stato adottato dopo che proprio nella giornata di ieri si è svolto un sopralluogo in ordine alle condizioni igienico sanitarie  e alla sicurezza dell’edificio da parte del Comando di Stazione Carabinieri di Sala Consilina, assieme a funzionari del Distretto ASL locale, e sono state rilevate alcune criticità, oltre che  è stata avanzata la richiesta di documentazione amministrativa in merito alla sicurezza per l’esercizio dell’attività.  In attesa della verifica degli incartamenti richiesti, dunque  il primo cittadino ha emanato l’ordinanza anche per tutelare la sicurezza dei cittadini e l’incolumità delle persone.  L’amministrazione si è messa subito al lavoro per risolvere la vicenda in tempi brevi, tanto più che al momento sono diverse le società rimaste all’improvviso senza un luogo dove poter allenarsi e disputare le partite. Pare che tutto sarebbe partito dagli scontri tra tifoserie avvenuti la scorsa settimana. A chiedere chiarezza su quanto accaduto anche il gruppo di minoranza “Salesi” che in una nota  ha messo in evidenza quanto il Palazingaro sia stato a lungo chiuso al fine di realizzare i lavori di ristrutturazione e adeguamento riaprendo alle attività solo nell’ottobre 2018. Il gruppo quindi chiede di avere copia del verbale di sopralluogo di Carabinieri e Asl e di tutta la documentazione relativa ai lavori di ristrutturazione e alle autorizzazioni necessarie per la riapertura dell’impianto. In tale conteso la minoranza ha anche presentato un’interrogazione a risposta immediata in merito allo stadio comunale Osvaldo Rossi, che è stato riaperto al pubblico da diversi mesi ma che ha ancora l’area spalti inibita, nonostante venga utilizzato per le partite di campionato delle serie minori. I consiglieri del gruppo Salesi anche qui chiedono la copia di tutta la documentazione relativa alle autorizzazioni concesse, il verbale di collaudo della struttura e di conoscere i motivi per cui l’area riservata al pubblico sia ancora interdetta e fino a quando.  

Daria Scarpitta

SGaP, proposte per lo sviluppo. Prima uscita pubblica del comitato civico "Terra nostra"

Risultati immagini per terra nostra incontro territorio in rete proposte di sviluppo

Rigenerazione dei borghi, agroalimentare e incentivi all’occupazione con le misure come Resto al Sud. Sono queste alcune delle proposte di sviluppo avanzate durante l’incontro organizzato a San Giovanni a Piro dal comitato civico Terra Nostra, alla sua prima uscita ufficiale dopo la costituzione . L’intento quello di dare vita ad un laboratorio di idee per San Giovanni a Piro e non solo visto che c’è già l’avvio di un egame con un’analoga esperienza in corso a Battipaglia. Durante l’incontro pubblico presso la ex scuola elementare sono intervenute Rossella Torre, ricercatrice nel settore alimentare che ha dato suggerimenti sulla creazione di un marchio tipico del territorio, portando la sua esperienza con il grano a Caselle e l’architetto Anellina Chirico  ex allieva e tutor del Forsam. Si è discusso dell’opportunità di recuperare la tradizione agroalimentare nel segno della sostenibilità e di rendere produttivi i diversi allevamenti presenti sul territorio affinchè possano commercializzare i loro prodotti servendosi anche delle misure di finanziamento esistenti. In quest’ottica si è analizzata l’oppor5tunità fornita da Resto al Sud che prevede un finanziamento fino a 50 mila euro con una quota a fondo perduto per le imprese che scelgono di investire nel Meridione. Il progettista culturale Liviano Mariella ha inoltre dato suggerimenti sulla possibilità di avviare l’esperienza dell’albergo diffuso nei centri storici che rischiano di diventare deserti , riqualificando gli alloggi e utilizzando una prospettiva che vada oltre il livello comunale. A coordinare il dibattito il rappresentante del comitato civico Terra Nostra Alberico Sorrentino che punta a trovare nuove occasioni di sviluppo e di partecipazione e a creare un’alternativa politica all’attuale amministrazione, ripristinando la dialettica politica a San Giovanni a Piro.

Daria Scarpitta

Vallo, la Strada dell'Amore dura meno di 12 ore. Le T-shirt apposte dai commercianti lungo Corso Murat smontate dai vigili urbani.

Risultati immagini per vallo murat strada amore

Sono durati meno di 12 ore gli allestimenti con cui i commercianti di Vallo della Lucania volevano creare la Strada dell’Amore lungo Corso Murat. Gli esercenti avevano finito di fissare queste t-shirt con impressi dei cuori, versi di canzoni e la frase “I <3 Gioacchino Murat”, domenica sera intorno alle 21, stamattina alle 8 i vigili urbani, con l’aiuto di alcuni operai del Comune, li hanno smontati. Secondo i commercianti senza un perché. E sono subito scattati rabbia e incredulità. L’iniziativa era partita da alcuni esercenti del centrale Corso Murat ed era stata poi sposata da numerosi rappresentanti della categoria, anche quelli i cui negozi non si affacciavano sulla stradina. “Salerno ha moltiplicato le presenze con le luminarie- hanno detto i negozianti- noi avevamo pensato di creare la Strada dell’Amore per rivitalizzare il commercio vallese”. I negozianti dunque si erano autotassati. 700 euro il costo di questo primo allestimento  con le t-shirt dell’Amore appese a dei fili lungo la strada commerciale. Una scenografia che sarebbe dovuta rimanere in forma sperimentale per 5 mesi per vedere se l’atmosfera creata e la curiosità suscitata avrebbe portato un po’ più di movimento lungo Corso Murat. Il progetto, secondo i commercianti, aveva ottenuto il benestare dell’amministrazione . “Era stato approvato in Giunta-  hanno detto – domenica sera poi durante l’allestimento c’era anche l’assessore Liguori che si è complimentato su fb con noi per l’iniziativa.” Per loro dunque è stata una vera sorpresa trovare di prima mattina i vigili urbani ad intimare di  togliere i festoni appena affissi . Non è chiaro se ci fossero dei problemi burocratici e se dunque lo smontaggio delle t-shirt sia soltanto temporaneo. Di certo i commercianti non sembrano intenzionati a voler mollare. “Stiamo cercando di fare qualcosa per combattere questa crisi – hanno detto – e per una volta  su questo progetto eravamo tutti uniti e partecipi”.

Daria Scarpitta

Diano, raggiunto l'accordo istituzionale per la costruzione della rotatoria tra la Bussentina e l'A2.

 

VIABILITA NEL VALLO DI DIANO. DOPO ANNI DI STASI LA ROTATORIA TRA LA BUSSENTINA E LA A2 SI AVVIA VERSO LA REALIZZAZIONE.  MONTESANO, PADULA, BUONABITACOLO E ANAS INSIEME PER L’AVVIO DEL CANTIERE. IL SINDACO GUERCIO: “ UN OPERA NECESSARIA PER LE NOSTRE COMUNITA’ E IL TRAFFICO “.

 

Altri articoli...

  1. Rotatoria tra la Bussentina e la Statale delle Calabrie. Buonabitacolo promuove il protocollo d'intesa con Padula e Montesano.
  2. Emergenza cinghiali. A Teggiano confronto con gli esperti stimolato dall'Agl "Lamberti Sorrentino". Caputo del Criuv: "Tra un anno i risultati della sinergia con la Prefettura"
  3. Sala, team controlli. Conferenza dei sindaci a Padula. Il Presidente Ritorto incontra il Direttore regionale. Allo studio il ricorso saltuario ad un funzionario di Salerno.
  4. Torre Orsaia, da oggi Liliana Segre è cittadina onoraria. La Senatrice ai giovani : " il futuro è nelle vostre mani " .
  5. Interruzione delle trasmissioni. La programmazione di 105 Tv tornerà regolare il 17 gennaio.
  6. Sapri, mercoledì la visita di Luca Cascone. Inaugurerà il cantiere in piazza Plebiscito e terrà un sopralluogo al porto .
  7. Commercio, a Sapri con il 2020 chiudono negozi storici. Il presidente di Confesercenti: " la crisi si affronta con l'innovazione " .
  8. Stop alla plastica sulle spiagge campane dall'estate 2020. In vigore la legge regionale. Nuove norme per gli stabilimenti balneari.
  9. Maratona oratoria sulla prescrizione, Lagonegro c'è. A Pagine il Presidente della Camera Penale Bonafine e l'avvocato Giosuè Mazzocca.
  10. Il premier Conte venerdì a Vallo. Ecco il cronoprogramma. Prenderanno la parola i sindaci di Sala e Vallo.
  11. Turismo in Campania. A Salerno la prima conferenza programmatica dei distretti.
  12. Parco del Cilento, lotta agli abusi edilizi. Il direttore Gregorio: " in due anni 60 ordini di abbattimento".

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.