Contenuto Principale

Dietrofront del sindaco di Castelnuovo Cilento sull’impianto di compostaggio. Alla Regione chiederà l’archiviazione dell’istanza. Una struttura già contestata dal Parco e dal Comune di Salento.

La Regione Campania pronta a finanziare un impianto di compostaggio a Castelnuovo  Cilento | Cilento Reporter

Il Sindaco di Castelnuovo Cilento, Eros Lamaida, cambia idea sull’impianto di compostaggio che dovrebbe sorgere nel suo Comune. Nella seduta della conferenza dei servizi di mercoledì scorso, ha riferito che chiederà alla Regione l’archiviazione dell’istanza. Una comunicazione che ha sorpreso il comitato cittadino contrario all’impianto, che ha preso parte alla conferenza tenutasi on line. Con il passo indietro del Sindaco Lamaida, sembrano mancare le condizioni per consentire la realizzazione del progetto. Di fatto il territorio si era già espresso contrario all’impianto. Primo fra tutti ad opporsi con atti amministrativi è stato il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Forte è stata anche l’opposizione del Sindaco di Salento, il comune confinate con Castelnuovo Cilento. Dubbi li aveva sollevati anche l'altro comune vicino, Casal Velino. Entrambi i comuni sono coinvolti nella conferenza dei servizi. In quella parte del Cilento sembrano realizzarsi tutte le condizioni, soprattutto amministrative e politiche, per evitare alla Regione Campania di realizzare l'impianto di compostaggio destinato a smaltire 30 mila tonnellate di rifiuti l’anno. Un impianto che alcuni anni fa doveva sorgere a Vallo della Lucania. Per ragioni di sicurezza il progetto si arenò. Poi la regione ha puntato a costruirlo a Castelnuovo, unico comune del Cilento che si è reso disponibile ad accoglierlo.

 

Antonietta Nicodemo

Emergenza Covid. Guarito ultimo contagiato di Buonabitacolo. Guercio: "Ci sono voluti due mesi". I contagi nel Golfo di Policastro.

Il giallo dei tamponi: quanti italiani hanno fatto il test per il  coronavirus?

E’ guarita l’ultima persona contagiata di Buonabitacolo. Ad annunciarlo, dopo l’esecuzione di due tamponi consecutivi risultati negativi, è stato il primo cittadino Giancarlo Guercio, che ha anche sottolineato quanto il Covid sia insidioso. La persona in questione, infatti, aveva contratto il virus ad agosto. “I nuovi 4 casi di agosto - ha scritto in un post su Fb - fanno riflettere sul comportamento del tutto anomalo del virus. Avevamo già avuto contezza, con il contagiato di marzo-aprile, che non sempre il virus si esautora in 14 giorni: i casi di Buonabitacolo hanno dimostrato che sono occorsi quasi due mesi per ritenere superata la malattia. Un  fenomeno che ci spinge a non abbassare la guardia soprattutto in questa fase di ritorno del virus”. Buonabitacolo intanto tira un sospiro di sollievo e torna ad essere Covid Free.

Nelle ultime ore, i casi si sono registrati nell’area del Cratere. A Buccino è risultata positiva un’estetista, e un caso a testa si è registrato anche a Contursi Terme e San Gregorio Magno. Tutti e tre i Comuni con l’aggiunta di quello vicino di Ricigliano, dove però non si sono registrati casi, hanno deciso in via precauzionale la chiusura delle scuole, nel caso di Buccino per 10 giorni.  A Vibonati dovrebbero arrivare forse nella giornata odierna i tamponi eseguiti sui contatti della donna risultata positiva. La scuola dell’infanzia chiusa per precauzione a Villammare potrebbe riaprire i battenti dunque già da domani. L’anziano risultato contagiato dopo un tampone eseguito all’ospedale dove era giunto per problemi cardiaci resta ricoverato al Da Procida di Salerno. Anche a Santa Marina c’è attesa per conoscere l’eventuale diffusione del contagio dopo che un quarantenne di origini napoletane ma che vive a Policastro è risultato positivo. L’uomo sta abbastanza bene. E’ isolato da una decina di giorni, da quando ha accusato dei sintomi influenzali. I tamponi sono stati eseguiti sui familiari e i contatti stretti. E’ tornato invece a casa il dipendente dell’ufficio tecnico del Comune di Sapri ricoverato per Covid. Attende il risultato del doppio tampone per certificare la negativizzazione .La compagna invece è guarita ma resta in isolamento perché nello stesso nucleo familiare.

 

Daria Scarpitta

Disagi a Sapri nell’erogazione dell’acqua potabile.

Pompei - Guasto alla rete idrica, utenze di via Messigno senz'acqua |  Torresette

Disagi a Sapri nell’erogazione dell’acqua potabile. Nel giro di pochi giorni la Città della Spigolatrice si è ritrovata a fare i conti con problematiche diverse legate al servizio idrico. Da martedì l’acqua è torbida e non può essere utilizzata per scopi idropotabili. E sempre martedì per alcune ore del pomeriggio i rubinetti sono rimasti a secco, come già era accaduto pochi giorni fa. I cittadini sono esasperati e chiedono di capire cosa sta accadendo, ma soprattutto di porre fine a questi continui disservizi. Consac si difende facendo chiarezza su quanto sta accadendo in questi giorni. Per quanto riguarda le due interruzioni dell’erogazione dell’acqua, la società è stata costretta ad interrompere il servizio perché l’impresa che sta eseguendo i lavori sulla rete elettrica cittadina, in entrambi i casi ha danneggiato la tubazione idrica principale. Per ripararla è stato necessario bloccare l’erogazione dell’acqua in attesa che gli operai di Consac ultimassero i lavori. La società di Vallo della Lucania, dopo i danni subiti per la seconda volta dall’impresa incaricata dall’Enel per gli interventi a Sapri, ha preso carta e penna e l’ha denunciata per interruzione di pubblico servizio. Così la vicenda diventa protagonista di un procedimento giudiziario. Cosa diversa per l'intorbidimento dell’acqua di questi ultimi giorni. Come spesso accade con le prime piogge autunnali l’acqua filtra dalle rocce ha  intorbidito la sorgente che serve il centro abitato saprese. Un fenomeno naturale che, inevitabilmente, compromette la potabilità dell’acqua. Da martedì è in vigore l’ordinanza che vieta l’uso della risorsa idrica per scopi idropotabili. Sarà revocata quando l’acqua tornerà ad essere limpida.

 

Antonietta Nicodemo

Anas: Ripristinata la circolazione presso la S.S. 18 oggi a partire dalle ore 18:00.

Resta chiusa la SS18 tra Sapri e Maratea - Info Cilento

Finalmente questo pomeriggio a partire dalle ore 18:00 sarà riaperta al transito la S.S. 18 Sapri-Maratea. Lo comunica l'Anas con un comunicato ufficiale: 

"La tratta [...] sarà regolarmente fruibile a seguito del completamento di attività eseguite da Anas e di un ulteriore sopralluogo svolto da tecnici incaricati dal Comune di Sapri, dopo le piogge dei giorni scorsi. Il sopralluogo tecnico comunale – che ha confermato la sussistenza delle condizioni di sicurezza sul versante attiguo alla SS18 – si è infatti reso necessario a seguito delle condizioni meteo avverse che, tra le giornate di domenica e lunedì, avevano causato la caduta di ulteriore materiale sul piano viabile. Anas, nel contempo, a seguito della ultimazione delle attività di disgaggio di massi pericolanti eseguite dal Comune, ha completato l’esecuzione di interventi di riparazione del piano viabile e di alcune opere di protezione di sicurezza, oltre alla sostituzione delle barriere danneggiate dalla caduta dei massi".

 

 

Altri articoli...

  1. S.S. 18 chiusa, Del Medico: "Poca trasparenza negli atti. Confidiamo nel Prefetto".
  2. Covid, primo caso a Policastro. E' venuto fuori per la prima volta da un tampone effettuato in autonomia dal singolo.
  3. Polla, contagiato medico di Geriatria. Sospese le attività del delicato reparto del Luigi Curto.
  4. A Torre Orsaia arriva il Postamat.
  5. Casaletto Spartano, inaugurato il poliambulatorio specialistico. Il sindaco: "Ci riappropriamo di un servizio indispensabile per la comunità".
  6. SS18, Sapri-Maratea. Riaprirà la sera di lunedì 12 ottobre. L'Anas al lavoro per gli ultimi interventi.
  7. Anziani abbandonati nel Golfo di Policastro. Lo Spi Cgil denuncia: “Il piano di zona di Sapri spende milioni di euro ma dimentica le persone ammalate e sole”. La rabbia è esplosa dopo che a Sapri una 68 enne è stata ritrovata senza vita a 4 giorni dal dec
  8. Nuovo caso Covid a Vibonati. A comunicarlo è il Comune.
  9. Carlo Acutis, il 10 ottobre sarà beato. Il Cilento in preghiera per lui.
  10. 11 enne di Morigerati picchiato sul pullman per uno starnuto. Arrestato barbone francese. Il 58 enne da circa cinque anni vaga per il piccolo Comune. Il sindaco Vincenzina Prota preoccupata per la sicurezza pubblica e l’immagine del paese.
  11. Vacanze a 2 € al giorno a San Mauro La Bruca. Il borgo cilentano ha fatto il pieno di turisti con il progetto del Comune. Il Covid frena la replica pensata per la raccolta delle castagne.
  12. Sapri, a buon punto la realizzazione della statua della Spigolatrice. Le prime immagini a 105 Tg.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.