Contenuto Principale

Covid, aggiornamento casi 7 gennaio 2021.

GOLFO DI POLICASTRO

Maratea riprende la scuola in sicurezza dopo che nella giornata di ieri si è svolto lo screening sulla popolazione scolastica con tampone rapido antigenico che ha riportato 93 tamponi negativi. Anche oggi prosegue lo screening per chi è rimasto fuori dai controlli dell’Epifania. I contagi scendono in totale da 6 a 5 dopo una guarigione. Due i nuclei familiari interessati.

Scende a 8 il totale dei positivi a Sapri dopo che nelle ultime ore si è registrata una guarigione.

A Vibonati è emerso un focolaio collegato a un diciottenne di Villammare, non collegato ai casi precedenti. Si stanno ricostruendo tutti i contatti avuti in questi giorni. Per il momento vanno registrati 5 nuovi contagi, di cui 4 appartenenti allo stesso nucleo familiare. Si teme che i numeri possano crescere ancora. Va anche registrata una guarigione. Il totale dei positivi sale dunque a 9.

Buone notizie invece a Santa Marina, che è tornata Covid Free dopo l’ondata dei contagi che l’aveva interessata a dicembre. Per domenica 10 gennaio è previsto lo screening scolastico con tampone antigenico rapido, per consentire l’11 la ripresa in scurezza delle lezioni per l’infanzia e le prime due classi delle primarie.

A Celle di Bulgheria dopo alcune guarigioni verificatesi negli ultimi giorni scendono a 3 i cittadini attualmente positivi; 22 le guarigioni totali.

Salgono a 3 i positivi a Caselle in Pittari, che è tornata da alcuni giorni a contare casi, dopo due mesi in cui era stata Covid Free. Due sono familiari conviventi, il terzo sembra comunque collegato a questi due casi. Una persona è sintomatica, le altre due paucisintomatiche. Negativi sono risultati alcuni tamponi eseguiti dall’Asl per controllo.

 

VALLO DI DIANO

Buonabitacolo torna a contare i positivi, dopo alcuni giorni in cui era stata esente dai contagi. Sono 4 i nuovi casi registrati. Nei giorni scorsi però sono stati effettuati diversi tamponi a contatti di caso di cui si attendono i risultati.

A Montesano sulla Marcellana si registrano 6 nuovi casi, appartenenti a due nuclei familiari già in quarantena, e alcuni tamponi negativi. Il totale è pari 12, con tre cluster scoppiati nella cittadina.

Salgono a 8 i casi totali a Sassano, dopo 3 nuove positività riscontrate.

Buone notizie invece a Teggiano, dove si registrano 7 guarigioni, e il totale scende a quota 13.

A Sala Consilina si sono registrate 4 guarigioni. Tuttavia negli ultimi due giorni vanno registrati 27 nuovi contagi, che fanno salire a 31 il numero totale dei positivi.

A Polla negli ultimi giorni si sono registrati 7 nuovi casi e 2 guariti. Il totale si aggiorna a 36 positivi totali e 93 guariti.

A Caggiano domani scatta lo screening scolastico. Tamponi molecolari gratuiti dalle 9:00 alle 13:00 per personale docente e non, alunni e famiglie, per garantire una ripresa della scuola in sicurezza.

In ospedale la Befana solidale. Doni ai malati di Polla e Sapri.

Anche quest’anno la Befana ha omaggiato gli ammalati. Ieri la sua sosta presso l’ospedale di Sapri e Polla. Il direttore sanitario dell’ospedale Immacolata di Sapri, Rocco Calabrese afferma: “Sono gesti di solidarietà importanti anche per il nostro personale”.

Per info:

 

Daria Scarpitta

Covid, due cluster a Vibonati. Il virus è anche tra i giovani.

Vibonati sale nel giro di pochi giorni a quota 9 casi, e con l’incremento dei numeri cresce anche la preoccupazione per una situazione che potrebbe ancora veder lievitare i contagi. Due i cluster che stanno interessando la cittadina, uno legato al contagio sviluppatosi attorno al Centro Trasfusionale di Sapri, e uno connesso al caso di un 18enne di Villammare. Dopo la positività di due operatori sanitari di Vibonati, marito e moglie che lavorano presso il presidio dell’Immacolata e venuti a contatto con il dottore del Centro Trasfusionale, anche un uomo di Villammare che si era recato in quei giorni a donare il sangue, come spesso accade nel periodo natalizio, è risultato positivo e di lì a poco il contagio si è esteso alla sua famiglia. I genitori, la sorella e il figlio sono risultati positivi facendo salire a 7 i casi di Vibonati connessi al focolaio del centro trasfusionale sorto dopo la positività di una ragazza rientrata dall’Inghilterra.

Ma nelle ultime ore un’altra vicenda impensierisce il Comune vibonatese, la positività di un diciottenne che pare abbia avuto dei contatti con una decina di coetanei, forse proprio per celebrare il Capodanno, o comunque tenuto conto del periodo festivo. Proprio in queste ore un altro giovane di Villammare, collegato al diciottenne, è risultato positivo ma sarebbero diversi i ragazzi individuati come contatti di caso e ci sarebbe anche qualcuno con dei sintomi, da verificare se sinonimo di Covid o altro. Tra ieri e oggi sono diversi i tamponi eseguiti nel Comune di Vibonati per venire a capo dei contagi. L’età bassa dei ragazzi coinvolti fa temere per un eventuale coinvolgimento delle famiglie. È lo stesso Comune ad esprimere preoccupazione, anche per la difficoltà in questo frangente, di ricostruire con chiarezza tutti i contatti: “La presente ondata - si legge in una nota - ha assunto dimensioni allarmanti. Ci corre l’obbligo di richiamare tutti al senso di responsabilità e all’osservanza scrupolosa delle prescrizioni nazionali e regionali. Voci insistenti si susseguono su momenti di convivialità avvenuti nei giorni scorsi nel nostro Comune, per cui chiediamo a chiunque ne fosse stato interessato a comunicarlo al Dipartimento di Prevenzione senza alcun timore, per scongiurare il dilagarsi di un contagio pericolosissimo per i nostri anziani e per l’intera comunità. Sapere chi è entrato in contatto con i positivi non vuol dire fare una caccia alle streghe ma ci permetterà di individuare e spegnere sul nascere eventuali focolai”. Lo sconforto cresce tra la popolazione che in questa fase solitamente vive con gioia la festa più importante, quella del patrono Sant’Antonio Abate necessariamente ridimensionata in epoca Covid.

 

Daria Scarpitta

Torre Orsaia saluta il Natale attraverso la musica.

Uno speciale augurio per il Natale è quello che hanno messo in scena, sia pure a distanza, i piccoli flautisti di Torre Orsaia e Roccagloriosa. Di fronte ad un Natale "strano" soprattutto per una scuola che ogni anno si preparava al periodo con prove e provini in vista dei saggi natalizi, i musicisti in erba non hanno voluto rinunciare a dire la loro attraverso le note per infondere speranza e spirito natalizio. Così hanno realizzato un collage musicale come biglietto di auguri per non rinunciare del tutto al saggio natalizio. Il brano adattato dal prof. Raffaele Fuccio ha visto fortemente impegnati gli alunni di flauto traverso della scuola secondaria di primo grado di Torre Orsaia (SA), che hanno dimostrato un modo alternativo di stare insieme e fare musica. “È un modo per incitare a non arrendersi - ha spiegato il prof. Fuccio - a dare conforto e sollievo suonando”. Non è la prima volta che questa scuola si cimenta con la musica a distanza e con messaggi ottimisti verso la popolazione, avendo imparato a fare della didattica a distanza e dell’isolamento forzato un punto di forza e della musica un elemento di unione.

 

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.