Contenuto Principale

Interruzione delle trasmissioni. La programmazione di 105 Tv tornerà regolare il 17 gennaio.

Risultati immagini per 105tv

Per lavori di manutenzione degli impianti  mercoledì e giovedì la programmazione di 105 Tv ha subito interruzioni e variazioni. Ci scusiamo per i disagi. Torneremo operativi, con tutte le trasmissioni previste e i telegiornali negli orari tradizionali, venerdì 17 gennaio.

Sapri, mercoledì la visita di Luca Cascone. Inaugurerà il cantiere in piazza Plebiscito e terrà un sopralluogo al porto .

Il presidente della quarta commissione trasporti della regione Campania Luca Cascone mercoledì prossimo 15 gennaio trascorrerà l'intero pomeriggio nella città di Sapri. Intorno alle 15,30 sarà in piazza Plebiscito per inaugurare il cantiere appena aperto per la realizzazione dei " lavori di viabilità e collegamento con le arterie stradali intercomunali connesse alle attività turistiche del lungomare ". Subito dopo la presentazione del progetto Cascone insieme al Sindaco Antonio Gentile raggiungerà il porto per un sopralluogo nei cantieri. Alle 17.30 raggiungerà l'aula consiliare del Comune per partecipare all'incontro pubblico intitolato " opere pubbliche e infrastrutture in previsione per la Città di Sapri ". Per il consigliere regionale sarà l'occasione per illustrare le opere finanziate dalla regione a favore dell'intero Golfo di Policastro.

 

 

Antonietta Nicodemo

Commercio, a Sapri con il 2020 chiudono negozi storici. Il presidente di Confesercenti: " la crisi si affronta con l'innovazione " .

 

 

 

 

 

 

La crisi del commercio non accenna a finire. Una nota della Confesercenti parla di 32 mila negozi in meno dal 2011 al 2018. Cinque mila sarebbero spariti nel 2019. Tra questi ultimi anche attività storiche di Sapri. Infatti,  con l’avvio del 2020 nella Città della Spigolatrice, hanno abbassato le saracinesche : la Gioielleria Fratelli Bruno in corso Garibaldi e  il negozio di biancheria e intimo Qui Firenze in via Kennedy. Due attività che per decenni hanno caratterizzato il mercato locale con articoli attentamente  selezionati e di qualità.  Da qualche mese ha chiuso i battenti anche il centralissimo Hotel Vittoria, che ha fatto la storia del commercio turistico saprese. Con l’inizio del nuovo anno altre piccola attività sono state costrette alla serrata, impoverendo ulteriormente l’offerta commerciale e  rendendo ancora più buie le vie della cittadina saprese. Nei due corsi ,Garibaldi e Umberto I,  è un rincorrersi di saracinesche abbassate e locali in vendita o in affitto. Un quadro poco incoraggiante quello che arriva dalla Comune capofila del Golfo di Policastro ma che rispecchia la realtà commerciale salernitana e più in generale quella nazionale. L ’invito della Confesercenti per i piccoli commercianti è di “ affrontare la crisi con l’ innovazione, senza però trascurare le tradizioni “. 

antonietta nicodemo 

 L’invito della Confesercenti per i piccoli commercianti è di “ affrontare la crisi con l’ innovazione, senza però trascurare le tradizioni “. ( Segue intervista al presidente provinciale Confesercenti Raffaele Esposito ).  

 

Stop alla plastica sulle spiagge campane dall'estate 2020. In vigore la legge regionale. Nuove norme per gli stabilimenti balneari.

Risultati immagini per plastica spiagge campane

Vietata la plastica su tutte le spiagge campane. E’ stata pubblicata sul Burc dello scorso 6 dicembre ed è dunque già entrata in vigore,la legge della Regione Campania, approvata a fine novembre all’unanimità su proposta del consigliere dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. Un provvedimento legislativo ancora poco conosciuto ma anche andrà ad avere un impatto importante sulla vita quotidiana, in particolare per quei territori costieri che vivono di turismo.  Il provvedimento dovrebbe scattare concretamente dall’estate 2020, anticipando così i contenuti della direttiva europea sul plastic free che diventerà operativa dal 1 gennaio 2021. La legge dispone il divieto di utilizzo di materiale monouso non biodegradabile e compostabile sulle spiagge campane,  per limitare la dispersione accidentale  di rifiuti plastici nell’ambiente e in particolare nel mare, dove il problema delle microplastiche  è consistente.  Un divieto che riguarderà i turisti che affolleranno le spiagge ma anche e soprattutto gli stabilimenti balneari, e i loro  esercizi di ristorazione e di somministrazione di bevande.  Nei tratti di spiaggia libera il Comune dovrà provvedere  ad informare con appositi cartelli, per il resto ci penseranno i concessionari tenuti a somministrare cibo e bevande in contenitori compostabili. La legge regionale inoltre, prevede che nelle procedure per l’assegnazione delle concessioni delle spiagge sia un requisito premiale il fatto che il concessionario utilizzi esclusivamente  piatti, bicchieri, posate, cannucce in materiali biodegradabili. Si tratta di un cambiamento importante ma anche non poco costoso per chi è concessionario di stabilimenti balneari, a cui viene solo riconosciuta una eventuale riduzione  della tariffa per il conferimento dei rifiuti, lasciando però piena discrezionalità ai Comuni di poter introdurre questa agevolazione. Ufficialmente la legge è entrata in vigore dal giorno successivo alla  sua pubblicazione sul Burc ma ora la palla passa in mano ai Comuni che avranno 30 giorni di tempo per adottare atti di competenza in modo da garantire l’operatività del divieto sulle spiagge e, per chi non lo rispetta, l’applicazione delle relative sanzioni amministrative che vanno  da mille a tremila euro.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.