Contenuto Principale

Parco, presentata a Milano la rete del gusto della Dieta Mediterranea.

 

 

 

 Il parco nazionale del CIlento e Vallo di Diano ha presentato  la Rete del Gusto della Dieta Mediterranea, ecco  le immagini della serata tenutasi presso il locale da Zero alla presenza del presidente di Confindustria Nazionale Vicenzo Boccia  e l'ex miss Italia Daniela Ferolla.

 

 

Torraca, in arrivo il metano. Aperto il cantiere da 2 milioni di euro.

 

 

 

 

A Sud di Salerno va avanti il mega progetto per la metanizzazione del territorio cilentano. Uno alla volta i comuni si dotano della rete cittadina per la distribuzione del gas . Ieri mattina  ha aperto il cantiere per la costruzione del sistema per l’erogazione del metano nel Comune di Torraca, alla presenza del Sindaco Domenico Bianco. I lavori appena avviati serviranno a realizzare le opere  necessari per servire il  metano in tutto il centro abitato e in alcune aree periferiche del territorio comunale. L ‘opera, da 1.920.000.000 euro, era  attesa da anni dalla piccola comunità . Secondo le previsioni dovrà essere ultimata nel giro di un anno. Appena ultimati i lavori i cittadini potranno procedere alla sottoscrizione dei contratti per allacciarsi alla rete. A servire le condotte di Torraca sarà il punto distribuzione attivo a Vibonati, Comune del basso salernitano che insieme a quello di Sapri, già gode del servizio. “ E’ un progetto importante – ha detto Bianco – perché permette ai cittadini un sostanzioso risparmio e contribuisce ad uno sviluppo economico e sociale del nostro territorio “. Da queste parti l’unico Comune che ha deciso di rimanere fuori dal progetto di metanizzazione è Santa Marina ,anche se il mega progetto prevede la realizzazione di una condotta lungo la statale 18 che attraversa la frazione Policastro. I cittadini di questo paese avranno il metano sotto i piedi ma non potranno usufruirne.

 

 

Una seconda Asl in provincia di Salerno. La proposta dei presidenti delle comunità montane dell'area sud.

Risultati immagini per asl salerno

Una seconda Asl in provincia di Salerno, un’azienda sanitaria che rappresenti l’area del Parco del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni. A proporlo in questi giorni, recuperando l’ultimo appello lanciato da Antonio Valiante,  sono i presidenti delle Comunità Montane Bussento Lambro e Mingardo, Gelbison-Cervati, Alento Montestella, Calore Salernitano, Vallo di Diano, Tanagro Medio Sele e Alburni in un documento indirizzato di comune accordo al Presidente della Regione Campania, alla Giunta e al Consiglio Regionale della Campania.  Nella missiva si analizza la situazione attuale e si fa notare che “ la soppressione dell’Asl Sa/3 ha lentamente indebolito il tessuto dell’offerta sanitaria” a sud di Salerno e “ ha rappresentato lo smembramento delle rete dell’emergenza territoriale, annullando gli standard erogati dai cosiddetti presidi salva-vita” . Inoltre si porta all’attenzione del Governatore-commissario che “l’indebolimento della offerta sanitaria  pubblica sta contribuendo alla eliminazione dei servizi essenziali in una zona a forte depressione economica e demografica”. Di qui la richiesta dei presidenti delle comunità montane che rappresentano  le aree interne e dunque i 2/3 del territorio provinciale affinché gli enti competenti  si facciano parte attiva per la istituzione di una seconda Asl in provincia di Salerno e i consiglieri regionali promuovano una proposta di legge regionale, che preveda questa nuova istituzione. A spiegare il senso dell’iniziativa è il presidente della Bussento Lambro e Mingardo Vincenzo Speranza : “Approfittando del lavoro di rinnovamento che il presidente De Luca  sta operando in sanità- ha detto– è auspicabile rimeditare la restituzione di un’azienda sanitaria solo per le aree interne. A dieci anni di distanza, è sotto gli occhi di tutti che le difficoltà dell’offerta sanitaria pubblica, soprattutto per la rete dell’emergenza, sia frutto della soppressione dell’Asl Sa/3. Siamo convinti che la Regione  valuterà molto seriamente questa proposta”.

Daria Scarpitta

 

Comuni fino a 20 mila abitanti. Pioggia di fondi dalla Legge di Bilancio.

Risultati immagini per pioggia di fondi

Si sfregano le mani i piccoli Comuni, che sono poi in bel numero in provincia di Salerno. Pioggia di fondi in arrivo dal Governo  secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio per tutti i paesi con meno di 20 mila abitanti.  In Campania sono a disposizione oltre 27 milioni di euro, 7 quelli assegnati alla provincia di Salerno con quote diverse a seconda delle dimensioni dei Comuni. E’ così che Sala Consilina ad esempio  potrà beneficiare, assieme ad altri 11 comuni salernitani con dimensione  tra i 10 e i 20 mila abitanti, di 100 mila euro. Gli enti invece dai 5 mila ai 10 mila abitanti se ne vedranno erogati 70 mila  e tra questi figurano  Ascea, Camerota, Casal Velino, Castellabate, Centola, Montesano, Padula, Polla, Sapri, Vallo e Teggiano.  50 mila euro andranno invece a 38 comuni  tra i 2 e i 5 mila abitanti, come Atena, Buonabitacolo, Castelnuovo, Ceraso Montano, Novi,  Pisciotta, Pollica, San Giovanni a Piro, Santa Marina, Sant’Arsenio Sanza, Sassano, Vibonati e Torre Orsaia. Infine, 70 comuni quelli più piccoli, cioè con meno di 2000 mila abitanti, potranno avere 40 mila euro ciascuno e tra questi troviamo Cannalonga, Casalbuono. Casaletto, Caselle, Celle, Roccagloriosa, Futani, Gioi, San Pietro al Tanagro, Ispani, Laurito, Alfano, Morigerati, Rofrano, Torraca e Tortorella.  I fondi potranno essere utilizzati per una serie di opere pubbliche vitali per paesi di queste dimensioni e su cui in questi anni si sono concentrate le lamentele, cioè strade e scuole da mettere in sicurezza, patrimoni culturali da tutelare, segnaletica da rifare  purchè si tratti di manutenzione straordinaria . Da rispettare precisamente i tempi. I lavori dovranno iniziare il 15 maggio  altrimenti si perderanno i fondi che verranno devoluti ad altri enti già pronti ad aprire i cantieri.  Una boccata d’ossigeno forse dunque per chi avrà capacità di spesa.

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.