Contenuto Principale

Ospedale di Sapri senza pace. Calabrese se ne va a Sarno. Si cerca nuovo direttore.

Risultati immagini per rocco calabrese ospedale sapri

Non c’è pace nella sanità del basso salernitano. Dopo pochi mesi alla guida del distretto sanitario 71 e dello ospedale di Sapri Rocco Calabrese deve lasciare l’incarico e quindi la direzione della sanità sul territorio che si estende fino a Camerota. Il commissario straordinario dell’Asl Mario Iervolino con una propria delibera ha nominato Calabrese direttore dell’ospedale di Sarno, perché vincitore del relativo concorso. Solo dopo che avrà firmato il contratto di lavoro traslocherà nel nosocomio sarnese. Fino ad allora continuerà a rimanere a Sapri dove dal maggio scorso dirige il distretto sanitario e da agosto anche l’ospedale. Entrambi gli incarichi gli erano stai conferiti provvisoriamente in attese dell’ espletamento del concorso per la selezione del direttore unico per il distretto e l’ospedale saprese. Concorso al quale risulta candidato anche Calabrese che nel frattempo, però, si è aggiudicata la selezione  per dirigente sanitario dell’ospedale di Sarno.  Ora il commissario dell’Asl dovrà decidere cosa fare per garantire una guida alla sanità del basso salernitano. E’ chiaro che l’incarico continuerà ad essere affidato in maniera provvisoria fino a quando non sarà ultimato il concorso. E’ iniziato così il toto reggenti. Tra i nomi che iniziano a circolare anche ex dirigenti della sanità locale ma c’è anche chi spinge per la riconferma di Calabrese. Fin qui la cronaca alla quale non può seguire una semplice osservazione. Il presidio saprese è ormai in balia delle onde. Senza primari, senza medici, senza un direttore vincitore di concorso è nessuno manifesta pubblicamente il disagio che vivono gli utenti ma anche chi lavora seriamente all’interno della struttura. All’improvviso su queste che sono le emergenze ataviche della sanità del basso salernitano è piovuto il silenzio assoluto. E’ la politica ne approfitta per allungare i tempi per l’assunzione di personale e la realizzazioni di lavori necessari per il presidio, come gli interventi al pronto soccorso.

Antonietta Nicodemo

Gite scolastiche, la Regione finanzia i viaggi sul territorio. Sponsorizzati Cilento interno e Vallo di Diano.

Risultati immagini per GITE SCOLASTICHE

Il turismo non solo religioso, non solo costiero, ma anche scolastico. La Regione Campania continua con varie misure a promuovere il settore. Con una Delibera di Giunta dello scorso 9 ottobre ha destinato circa 659mila euro alle istanze delle scuole di Italia ed Europa per viaggi di istruzione in Campania, per incentivare le gite sul territorio e creare così movimento turistico anche in periodo di bassa stagione. In particolare,  viene data precedenza per l’assegnazione del contributo a quei tour che prevedono almeno due pernottamenti nelle strutture ricettive dei Comuni di 4 aree obiettivo: Cilento Interno, Vallo di Diano, Alta Irpinia e Titerno Tammaro, le cosiddette aree interne , ciascuna ricca di cultura, gastronomia e bellezze naturali da sponsorizzare per rilanciarle, decongestionando così anche le aree campane più frequentate , che sono quelle oggetto di turismo balneare, e ridistribuendo le presenze su tutto il territorio. La scelta è ricaduta su queste zone in considerazione del fatto che il 2018 è  stato designato come l’Anno del Cibo Italiano e queste aree sono quelle dove si concentra l’eccellenza produttiva enogastronomica, ma anche perché così l’iniziativa è in linea con la Strategia delle Aree Interne. Sono in tutto 99 i Comuni che la Regione Campania ha inserito in questo elenco di paesi da sponsorizzare per le gite scolastiche. Di questi 44 sono della provincia di Salerno. Sono i 15 del Vallo di Diano da Polla a Montesano sulla Marcellana, da Pertosa a Sanza e 29 del Cilento interno tra cui Roscigno, Aquara, Castelcivita, Controne, Felitto, Ottati, Corleto Monforte, Laurino, Sacco, Stio, Cannalonga, Ceraso, Castelnuovo, Gioi, Moio della Civitella, Vallo della Lucania e Roccadaspide. Quella varata dalla Regione Campania è una strategia di marketing territoriale, nella convinzione che le gite scolastiche possano agevolare  nel tempo, ritorni di turismo familiare e  dissipare la cattiva fama acquisita per le passate crisi ambientali e sociali, migliorando la reputazione e l’immagine turistica della Campania. A gestire i contributi saranno gli Ept. Ora si attende l’avviso pubblico per dare il via alle richieste di contributo da parte delle scuole di tutta Italia ed Europa.

Daria Scarpitta

Vibonati, oggi la consegna dei lavori per la messa in sicurezza della SP54

Risultati immagini per vibonati sp54

Consegnati stamane i lavori per la messa in sicurezza della Sp 54 nel tratto tra Villammare e Vibonati. Venerdì la consegna per il tratto fino a Morigerati. L'importo complessivo dei lavori è di 80 mila euro. Stamane la firma del verbale alla presenza del consigliere provinciale Pasquale Sorrentino e del progettista e direttore dei lavori Franz Lombardo.

SS 18 pericolosa all'ingresso di Sapri. La segnalazione dell'esperto Michele Montuori

Risultati immagini per sapri ss18 santa croce

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.