Contenuto Principale

Vibonati, emergenza rifiuti. Nuovo appalto con regole rigide. E la raccolta resta in alto mare.

 

Risultati immagini per vibonati sequestro sito stoccaggio

A Vibonati continua a rimanere sotto sequestro il centro di raccolta dei rifiuti solidi urbani, con gravi ripercussioni sul servizio, a danno dei cittadini. La questione è stata affrontata nella seduta di sabato scorso del consiglio comunale . Il Sindaco Franco Brusco dopo aver riepilogato le vicende  che hanno portato alla situazione attuale ha fatto sapere che la gestione è stata affidata nuovamente, attraverso un regolare bando,  alla Generale Interprice. Il primo cittadino ha anche precisato che il capitolato d’appalto è stato modificato e prevede,  una serie di azioni che dovranno essere garantite per migliorare la qualità del servizio, rispetto a quello svolto fino ad oggi . I cittadini nel frattempo sono costretti a fare i conti con una raccolta inefficiente. Da due mesi circa, da quando cioè la  Procura ha  chiuso il sito di stoccaggio, l’umido può essere depositato solo due volte a settimana. Sono diminuiti anche i giorni di conferimento della frazione indifferenziata. Mentre aumentano gli stipendi arretrati degli operatori addetti alla raccolta. L’ultima mensilità ricevuta risale all’ottobre scorso. Il consigliere di minoranza Manuel Borrelli, durante il suo intervento in  consiglio comunale, è tornato criticare duramente la gestione dei  rifiuti ed ha chiesto  un netto cambio di passo. “ In quattro anni – ha evidenziato – la percentuale di raccolta è calata di 10 punti e ai cittadini non viene garantito un servizio adeguato, nonostante i costi a loro carico “ . Per Borrelli sarebbe opportuno promuovere incontri sul territorio capaci di dare vita ad un processo virtuoso che faccia aumentare la percentuale di raccolta e diminuire le micro discariche abusive.

 Antonietta Nicodemo 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.