Contenuto Principale

Nasce il Coordinamento Nazionale Mare Libero. Nel direttivo la cilentana Lia Amato.

Risultati immagini per coordinamento nazionale mare libero

E’ sorto il Coordinamento Nazionale Mare Libero.Si tratta di un ente costituitosi in difesa del mare e delle spiagge beni comuni e promosso da cittadini che da anni si battono in comitati e associazioni su questi temi. Tra i fondatori e i membri del direttivo, che annovera persone provenienti da tutta Italia e il vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini, c'è anche la cilentana Lia Amato,creatrice della pagina fb “Difendere le spiagge libere 2”. "Nel nostro Paese purtroppo, oltre metà delle spiagge risulta inaccessibile per ragioni di inquinamento o perché in concessione. - dicono dal CoNaMaL-In alcune parti d'Italia sono stati realizzati dei veri e propri soprusi, con barriere che impediscono non solo la vista ma anche l'accesso al mare, o con concessioni che superano il 90% del litorale. Da questo impegno per la tutela del mare e delle spiagge nasce l'idea del coordinamento e la promozione di un Manifesto per il mare, su cui vogliamo aprire un confronto in tutta Italia. Tra le prime iniziative che abbiamo intenzione di mettere in atto sarà la richiesto di un incontro al Governo.”
Il coordinamento infatti vuole far valere anche i diritti dei cittadini. “Ci batteremo- si legge in una nota del nuovo organismo - per garantire che in ogni Comune sia possibile godere gratuitamente e liberamente delle spiagge, e che l'assegnazione delle concessioni garantisca trasparenza nelle assegnazioni, qualità e sostenibilità ambientale “.  Lo sguardo è diretto all'Europa che ha espresso contrarietà a concessioni senza gara, limiti di tempo e a bassi canoni n vigore. Il Coordinamento, presieduto da Roberto Biagini, avvocato e già assessore al Demanio Marittimo del Comune di Rimini, è convinto che tali risorse potrebbero essere investite nella tutela e recupero della costa, come nella realizzazione di servizi nelle spiagge pubbliche. Temi molto sentiti anche a sud di Salerno dove l’erosione e la carenza di servizi ostacolano il pieno utilizzo della risorsa mare.  La presenza di una rappresentante cilentana in seno al Coordinamento terrà alta l’attenzione su questi temi anche in questo comprensorio.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.