Contenuto Principale

Padula, il Ministro Costa sugli ecoreati: " Una commissione per evitare prescrizioni". E sugli attacchi alle aree protette: "I parchi sono scrigni del creato".

Risultati immagini per sergio costa a padula

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa arriva a Padula presso la Certosa per celebrare la Giornata perla Custodia del Creato organizzata dalla Gioventù Francescana della Campania con l’appoggio della Diocesi di Teggiano-Policastro e del Comune di Padula, un’occasione per attirare  l’attenzione del rappresentante di governo sui temi ambientali del comprensorio. Costa non si è sottratto e ad esempio sul caso Chernobyl, ha annunciato la volontà di non ripetere più quanto accaduto per questa vicenda con i reati finiti in prescrizione. “Sugli eco-delitti abbiamo deciso di andare oltre- ha detto- proprio l’altro ieri ho costituito una commissione di magistrati, avvocati esperti, e forze dell’ordine di modo che non ci siano più prescrizioni e si segua il principio che  chi inquina paga, arrivando alla confisca del guadagno illecito procurato dal reato ambientale” . Entro la fine dell’anno gli esiti del lavoro di questo gruppo  arriveranno nelle mani del Governo. Poi Costa  è intervenuto anche sull’importanza dei parchi, per cui si è detto disponibile a studiare forme di fiscalità di vantaggio , e sui possibili attacchi, rispondendo a questioni locali, dai progetti di Terna a Montesano, alle trivelle, alle fonderie Pisano a Buccino.

L’arrivo di Costa è stata l’occasione per il comitato No Terna  di far presente la loro battaglia e le sue ragioni e per l’esponente dei 5Stelle Giuseppe Di Giuseppe di consegnare nelle mani del ministro la proposta di legge per la modifica della legge quadro sui parchi, proprio per salvaguardare le aree protette dalle trivelle.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.