Contenuto Principale

Sala, Giornata Nazionale dell'Albero. Riflettori su quelli monumentali. "Troppo pochi i censiti a Salerno"

Risultati immagini per giornata albero camera sala consilina

Sono stati i ragazzi i veri protagonisti della Giornata  Nazionale degli Alberi, celebratasi a Sala Consilina presso l’Istituto Comprensivo G. Camera  grazie alla collaborazione tra l’Osservatorio Europeo del Paesaggio, il Lions Club Sala Consilina-Vallo di Diano e Legambiente. La lezione l’hanno fatta gli alunni della primaria e della scuola secondaria di primo grado che, di fronte al rappresentante di Legambiente  Michele Buonomo e alle altre autorità, hanno proposto video, elaborati e canzoni a tema green mostrando di essere sensibili  e di conoscere le questioni affrontate molto più degli adulti. La giornata organizzata a Sala Consilina, una delle poche segnalate a livello nazionale, è stata anche l’occasione per puntare i riflettori sugli alberi monumentali. “ In tutta la provincia di Salerno - ha denunciato Angelo Paladino presidente dell’Osservatorio europeo del Paesaggio- sono stati censiti solo 18 alberi monumentali. E’ impossibile per una provincia che è tra le più verdi d’Italia e annovera anche il Parco del Cilento.  Questo è dovuto all’inerzia dei sindaci che non rispettano la legge del 2013. A loro spetta presentare le candidature, sono loro a dover fare le delibere. Il punto è che non c’è grandissima attenzione al patrimonio boschivo e iniziative come quella di oggi servono a ribadirlo e a sensibilizzare su questi temi.” Al termine della giornata nello spazio antistante la scuola media sono stati piantumati tre cipressi e un lauro, lì dove in passato erano stati tagliati alcuni alberi.

Daria Scarpitta

Cavalcando per il Parco. Ad aprile nasce l' Ippovia, un'opera costata 400 mila euro e al palo da 3 anni.

Risultati immagini per ippovia

 

CAVALCANDO PER IL PARCO NAZIONALE DEL CILENTO E VALLO DI DIANO. NELL’AREA PROTETTA NASCE L’IPPOVIA. L' OPERA COSTATA 400 MILA EURO ERA DA TRE ANNI AL PALO. SCELTO IL GESTORE. A VERONA LA PRESENTAZIONE , AD APRILE L’ATTIVAZIONE.

 

l'intervista al vice presidente del Parco potrete seguirla integramente su 105tv dopo l 'edizione del Tg delle 22,30 e 00,30. 

 

Compostaggio a Policastro, Sorrentino: "Il Golfo abbia una voce sola anche sulle certificazioni ambientali".

Risultati immagini per pasquale sorrentino san giovanni a piro

Il consigliere provinciale e vicesindaco di San Giovanni a Piro Pasquale Sorrentino esprime il suo pensiero sulla proposta lanciata dal sindaco di Santa Marina relativamente alla realizzazione di un impianto di compostaggio comprensoriale. "In linea di massima - ha detto-  siamo d'accordo e plaudiamo alle iniziative comprensoriali, ma il Golfo di Policastro abbia una voce sola anche su altri temi ambientali, come sul riconoscimento delle 5 Vele di Legambiente".

La dichiarazione di Pasquale Sorrentino:

Policastro, compostaggio comprensoriale. La proposta non fa breccia.

Risultati immagini per incontro santa marina compostaggio

 

Nel Golfo di Poliocastro è partita la discussione attorno alla possibile realizzazione di un impianto di compostaggio comprensoriale nel Comune di Santa Marina. Il dibattito tra i sindaci è iniziato con un incontro, indetto dal primo cittadino santamarinese Giovanni Fortunato, durante il quale lo stesso si è dichiarato disponibile a mettere a disposizione un’area del suo comune per costruirvi l’impianto. E per il momento questo è l’unico dato certo. Perché poi manca tutto il resto: un progetto di fattibilità e una relazione tecnica che dimostri che il sito è idoneo e, soprattutto, che in quell’area nel basso salernitano può essere realizzato un impianto di compostaggio. Tanto più che la Regione ha già definiti i territori in cui dovranno sorgere. Nel Cilento sara realizzato a Castelnuovo Cilento . 7 su 22 gli amministratori comunali che hanno risposto all'appello di Fortunato presentandosi all'incontro. C'erano i rappresentanti dei Comuni di Atena Lucana, Ispani, Morigerati, San Giovanni a Piro, Sapri, Torre Orsaia, e Vibonati  Nel corso della seduta ognuno di essi ha preso atto della disponibilità di Santa Marina ad ospitare un impianto di compostaggio comprensoriale ma nello stesso tempo ha chiesto un progetto sul quale ragionare. E per questo la proposta di Santa Marina non ha fatto breccia. Per il momento la questione resta tutta aperta .  

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.