Contenuto Principale

PIANO DI ZONA S9, MAROTTA: " PERCHE' S. MARINA NON HA DENUNCIATO?"

Risultati immagini per gino marotta celle bulgheriA 105 TV

C’è silenzio attorno alla questione sollevata dal Comune di Santa Marina in merito all’inquadramento da esterna della nuova coordinatrice del Piano di Zona Gianfranca di Luca, deliberato nella seduta dello scorso 16 dicembre. Il rappresentante del Comune di San Giovanni a Piro, Felice Gagliardo, che al momento della votazione si è astenuto, non ha nulla da dichiarare sulla vicenda, il vicesindaco del Comune di Vibonati Dalia De Filippo spiega che la sua astensione dal voto è stata dettata semplicemente dal fatto che, per questioni di salute, non aveva avuto il tempo di visionare e approfondire la documentazione sull’argomento . Rispedisce le accuse al mittente, invece, il sindaco di Celle di Bulgheria Gino Marotta, che in quella seduta rappresentava il Comune di Camerota e che all’atto della votazione si è allontanato ma solo, spiega, per ragioni di opportunità perché c’è un vincolo di parentela con la Di Luca . Sull’inquadramento non ha difficoltà a dire la sua: “ Se è illegittimo, - ha detto- sarà la Regione Campania che ha il controllo sugli atti, ad evidenziarlo. D’altra parte se il Comune di Santa Marina ritiene che c’è qualcosa che non va , deve fare i passi consequenziali. Ad oggi non mi risulta che abbia prodotto atti significativi sulla questione, anzi se si è avuto il numero legale è grazie alla presenza del suo rappresentante, semmai questo illegittimo come pure la decisione di effettuare la dichiarazione di voto dopo aver votato. Bastava allontanarsi, se non era d’accordo, e la votazione non si sarebbe svolta.” Secondo Gino Marotta la questione d’altra parte è secondaria perché non fa che distogliere l’attenzione da un Coordinamento che ha rotto rispetto al passato, che sta lavorando all’insegna della trasparenza. “Prima non c’era un albo pretorio – ha detto - non si potevano visionare le delibere, non c’era un protocollo autonomo. Noi stiamo lavorando su questo per rendere il Piano di Zona una struttura indipendente dal Comune di Sapri. E il Comune di S. Marina è il primo ad aver beneficiato del nuovo Coordinamento con l’accreditamento di una struttura. Inoltre, l’inquadramento della Di Luca non comporterà nessun danno erariale, nessun cambiamento nei costi né per il Pdz né per il Comune, in questo caso di Celle di Bulgheria, perché vengono pagate le ore di lavoro svolte. Anche i coordinatori precedenti, se lavoravano ore extra ricevevano il relativo compenso, ma nessuno si è mai scandalizzato.” Intanto, dopo la delibera del Coordinamento sulla questione, il prossimo passo sarà la formalizzazione della decisione . Quest’ultimo atto spetta al sindaco di Sapri con la firma sul contratto di lavoro della Di Luca.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.