Contenuto Principale

Caso Mastrogiovanni. Attesa per la sentenza della Cassazione. Il P.G. ha chiesto l'annullamento delle sentenze.

 

 Risultati immagini per mastrogiovanni morto

 

 

 servizio di Caterina Guzzo 

Asl, inizia l'era del commissario Mario Iervolino. Questa mattina il passaggio di testimone con l'ex manager Giordano.

 

 

 

 

 

 

SI E’ INSEDIATO IL COMMISSARIO DELL ‘ASL SALERNITANA MARIO IERVOLINO . QUESTO MATTINA IL PASSAGGIO DEL TESTIMONE CON L’EX MANAGER ANTONIO GIORDANO

 

servizio di Caterina Guzzo 

 

Cilento, salpano gli aliscafi per l'estate 2018. Il 28 giugno le corse per Capri, il 7 luglio debutta la linea Sapri-Eolie.

 

 

 Risultati immagini per aliscafi per il cilento

 

 

 

Dopo il Frecciarossa, nell’estata cilentana si preparano a salpare gli aliscafi con la novità della linea Sapri-Eolie . Nei porti di Marina di Camerota e Casal Velino sono in corso i lavori di manutenzione per rendere possibile l’attracco. In queste ore l’Alicost, la società che si occuperà del servizio di trasporto via mere per la costiera cilentana, ha ufficializzato le date della riattivazione delle corse. La prossima settimana, ed esattamente giovedì 28 giugno, saranno riabilitate per linee che uniranno Sapri a Salerno, Capri e Napoli e viceversa con sosta in tutti i porti del basso salernitano. I collegamenti saranno attivi fino al 31 agosto e saranno sospesi il sabato e la domenica. Nei week end, durante l’estate 2018, dalla costiera cilentana sarà possibile anche  raggiungere le isole Eolie. Si partirà il sabato dal porto di Sapri  dove l’aliscafo dell’Alicost farà rientro la domenica. L’attivazione della corsa per la Sicilia era stata prevista per la fine di giugno, ma è slittata al 7 luglio. Alle soddisfazioni di chi da tempo sollecitava l’importante collegamento via mare si contrappongono i dubbi di cittadini e operatori turistici sulla validità dell’offerta. A farli maturare sono i costi dei biglietti, ritenuti troppo alti, anche rispetto ai prezzi che la stessa compagnia marittima ha previsto per la corsa Salerno- Eolie. Intanto c’è già chi si è recato in agenzia per conoscere i dettagli sulla linea che dal prossimo 7 luglio unirà il Cilento alla Sicilia via mare

 antonietta nicodemo 

Fiumi di cocaina nel Golfo di Policastro. Sgominata la banda che agiva lungo l'asse Napoli-Maratea.

                        

 

Stroncata l’organizzazione criminale che aveva messo le radici nel Golfo di Policastro per lo spaccio di cocaina. Dopo un anno di indagini i Carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Lagonegro, coordinati dalla Procura Antimafia di Potenza, hanno tratto in arresto sei persone di spicco del mondo del traffico degli stupefacenti. L’operazione denominata “ Tuono e Mare “ ha consentito, all’alba dfi oggi, di assicurare alla giustizia i presunti responsabili dello spaccio accertato dall’Autorità Giudiziaria tra Maratea e i paesi ad essi confinanti, in particolare Sapri. In carcere sono finiti : Alfonso D’Amore, 52 anni nato a Nocera Inferiore e residente a Maratea, Federica Troncone, 37 anni di Napoli e il suo convivente Alfredo Graziano anche lui  Napoletano. Gli altri tre indagati risiedono a Maratea : Mattia Pisani, 19 anni, Dino Montesano 41 anni e Franco Mollica di 57 anni .  Per tutti e tre  è stata disposta la misura degli arresti domiciliari. L’intera organizzazione è accusata di vari reati che vanno dall’associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti al riciclaggio. Secondo gli inquirenti, il capo era Alfondo D’Amore, già noto alle forze dell’ordine. Lui sembra soprintendesse allo spaccio nella zona attraverso l’approvvigionamento dal canale napoletano e si occupasse anche della scelta dei referenti minori per lo spaccio al dettaglio. I Carabinieri di Lagonegro in un anno di indagini hanno tenuto sotto osservazione i sei indagati, raccogliendo elementi utili per incastrarli dinnanzi alla Giustizia. Ammonterebbero a circa 200 mila euro i profitti illeciti accertati durante l’inchiesta.”  Una indagine – è stato evidenziato in conferenza stampa – che ha permesso di troncare definitivamente un tentacolo criminale che riforniva di cocaina Maratea e l’intero Golfo di Policastro” . Per la Procura di Potenza “ aver bloccato tale canale di approvvigionamento prima dell’inizio della stagione estiva, vuol dire aver posto un freno alla dilagante piaga del consumo di stupefacenti nel periodo dell’anno di massima pericolosità” . I Carabinieri di Lagonegro non abbassano la guardia e restano vigili nel contrasto allo spaccio di droga tra la Lucania e il Cilento.

Antonietta Nicodemo

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.