Contenuto Principale

Sei nuovi magistrati al Tribunale di Lagonegro. Tra di loro la rofranese Giusy Viterale.

Risultati immagini per tribunale lagonegro

Sono sei i nuovi magistrati che hanno giurato lo scorso 10 maggio al Tribunale di Lagonegro. Sei nuovi giudici che andranno a rimpinguare il personale in organico, da tempo in sofferenza , soprattutto dopo l’accorpamento del Tribunale di Sala Consilina e l’aumento della mole di lavoro. Si tratta di Giusy Viterale, Valeria Palmisano, Marco Martone, Giuliana Trotta, Aniello Maria de Piano, ed Edoardo Esposito. Sono arrivati a Lagonegro da tutta Italia dopo aver vinto il concorso e svolto il tirocinio mirato. Tra di loro spicca la figura di una giovanissima, l’unica che si occuperà di penale, prendendo il posto del magistrato Maffei trasferito a Napoli Nord. E’ Giusy Viterale, 31enne di Rofrano, figlia dell’ex sindaco Giuseppe. Curriculum brillante, carriera fulminea per un posizione non facile che andrà ad occupare. La sua origine geografica, tuttavia,  fa ben sperare circa la sicura permanenza sul territorio, nel posto di lavoro da poco raggiunto. Giusy Viterale è una cilentana doc. Dopo gli studi al Liceo Classico Parmenide di Vallo della Lucania, si è laureata nel 2012 in Giurisprudenza con una tesi di ricerca in Diritto Commerciale,  ha poi concluso gli studi presso la scuola di Specializzazione per le Professioni Legali di Salerno con una tesi in Diritto Penale sull’anticorruzione .Nel 2015 è divenuta avvocato e nel giugno 2016 ha superato il concorso in magistratura. Da allora ha svolto il tirocinio mirato presso il Tribunale di Salerno prima di scegliere la sede di Lagonegro. Da maggio ha preso servizio nel palazzo di giustizia lucano e sta già lavorando. Martedì ci sarà la sua prima udienza.   Una grande soddisfazione per la sua famiglia e per il territorio, questa donna magistrato, che ora dovrà vedersela con gli aspetti più brutti e spinosi di una vasta area geografica, che comprende la provincia di Potenza, il Vallo di Diano, l’area del Tanagro, gli Alburni, e il Golfo di Policastro.

Daria Scarpitta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.