Contenuto Principale

AGRICOLTURA NEL PARCO. STOP AL GLIFOSATO.

 

 Risultati immagini per GLIFOSATO

 

Nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano scatta la campagna di sensibilizzazione contro il glifosato, il diserbante chimico dannoso per l’ambiente e la salute pubblica, ma autorizzato dall’Unione Europea. L’Ente Parco per scongiurarne l’uso e favorire la diffusione di erbicidi sicuri, ha adottato una delibera con la quale il glifosato viene bandito dall’intera area protetta. Un provvedimento che , chiaramente, non obbliga i cittadini a rispettarlo perché il Parco non ha il potere per vietarne l’uso e punire chi lo trasgredisce. “ La delibera adottata – spiega il vice presidente – Cono D’Elia – è solo il primo passo per far comprendere ai cittadini la pericolosità di tale diserbante e a chi ha un’azienda agricola quanto può crescere il valore dei suoi prodotti se coltivati in un terreno in cui non si fanno uso di erbicidi sistemici a base di glifosato. Siamo pronti come Parco – conclude – anche a certificare tali prodotti “ . Nel 2015 l’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha inserito il glifosato nella lista delle sostanze “ probabilmente cangerogene” “ per questo motivo – aggiunge il presidente Tommaso Pellegrino – abbiamo ritenuto opportuno adottare tutte le misure possibili per evitarne l’uso sul nostro territorio a tutela della salute delle famigllie che vivono il Parco e della valorizzazione delle nostre produzioni agroalimentari “ . Nella stessa delibera il Consiglio Direttivo del Parco invita i Comuni ad adottare analoghi provvedimenti. Il passo successivo sarà anche quello di scoraggiare  gli operai addetti alla manutenzione delle strade , come ad esempio quelli dell’Anas, ad evitare i diserbanti chimici. Una battaglia, quest ‘ultima, avviata timidamente da qualche sindaco, già da diversi anni, che ancora oggi non ha centrato l’obiettivo.

 ANTONIETTA NICODEMO 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.