Contenuto Principale

Capaccio, dischetti sulle spiagge. Dissequestrato il depuratore.

Risultati immagini per depuratore varolato

Il servizio di Caterina Guzzo

BUONABITACOLO, DOPO L'OMICIDIO MANO TESA DEL PREFETTO. NOI CON SALVINI LANCIA L'ALLARME SICUREZZA NEL DIANO: "INTERVENGA L'ESERCITO"

Risultati immagini per BUONABITACOLO SINDACO GUERCIO

Attenzione a Buonabitacolo, vicinanza alla comunità, sostegno alle iniziative che qui verranno organizzate sul tema della sicurezza e del disagio giovanile. Giovedì l’incontro tra il sindaco Giancarlo Guercio e il Vicario del Prefetto , Giuseppe Forlenza è servito a costruire un dialogo con il rappresentante del Governo sul territorio come premessa indispensabile per ricominciare dopo il terribile omicidio del 18enne Antonio Pascuzzo. Forlenza ha ascoltato la richiesta di aiuto del primo cittadino e ha rassicurato che, oltre alla presenza delle forze dell’ordine, ci sarà dopo i fatti accaduti un occhio di riguardo per la comunità di Buonabitacolo, a cui ha espresso anche il suo cordoglio. Il vicario ha fatto sapere che appoggerà e favorirà qualsiasi iniziativa verrà presa per contrastare e prevenire il fenomeno droga tra i giovani. Il resoconto dell’incontro il sindaco Guercio lo ha reso pubblico in serata quando a termine del consiglio comunale indetto per l’approvazione del bilancio di previsione, la cittadinanza si è fermata per un momento di confronto sugli ultimi eventi. Un’occasione per prendere coscienza delle problematiche giovanili locali, ma anche per ritrovarsi insieme, sentirsi vicini in questo momento delicato . La questione d’altra parte sta interessando l’intero comprensorio valdianese, non solo dopo che il sindaco Guercio ha coinvolto sul tema sociale il sindaco del Comune capofila del Piano di Zona S10 Francesco Cavallone, ma anche visto che già era stato lanciato l’allarme criminalità dall’Antimafia nella sua consueta relazione. In questo contesto il movimento Noi Con Salvini Vallo di Diano ha avanzato una proposta che prevede l’intervento dell’esercito per garantire maggiori controlli. “Nel Vallo di Diano abbiamo un problema di spaccio di droga anche tra i giovanissimi- si legge in un comunicato- A ciò si unisce un aumento di furti ad aziende e privati. Chiediamo che vengano migliorate le condizioni di sicurezza non solo oggettiva ma anche percepita dai cittadini”. Nella proposta anche la costituzione di uno sportello amico, e l’affidamento della prevenzione dei reati alla Polizia Municipale e alle sue sanzioni.

Daria Scarpitta

 

VALLO, SOTTO INCHIESTA LA COMUNITA' MONTANA. COMPENSI ILLEGITTIMI AL SEGRETARIO GENERALE. DANNO ERARIALE DA 355 MILA EURO.

 

 

 

Risultati immagini per comunita montana gelbison cervati presidente

 

 

 

 

 

Sotto inchiesta gli incarichi retribuiti all’ex segretario generale della Comunità Montana Gelbison – Cervati di Vallo della Lucania . L’inchiesta, coordinata dal Procuratore Regionale della Corte dei Conti per la Campania e condotta dalla Guardia di Finanza, ha consentito di accertare  un danno erariale di oltre 350 mila euro. Secondo le fiamme gialle è  stato causato negli ultimi cinque anni dai vertici politici e burocratici alla guida dell’Ente sovra comunale presieduta da Carmine Laurito . “ L’operazione – spiegano dalla Corte dei Conti – ha attenzionato in particolare gli incarichi esterni all’Ente” . Dalle indagini è emerso un quadro gestionale caratterizzato da continue  illegittimità ed inefficienza che avrebbero favorito il reiterato conferimento di plurimi incarichi retribuiti di natura amministrativa e legale ad uno stesso professionista “ peraltro – si legge in un comunicato stampa – già convenzionato con l’ente come segretario generale”, che è un avvocato . Quindi secondo l’ inchiesta in corso quest’ ultimo avrebbe ricevuto impropriamente 335.526, 92 . Per la Corte dei Conti si tratta di un esborso che poteva essere evitato se ci fosse stata maggiore attenzione nell’uso delle risorse umane e pubbliche e che difatti rappresenta un danno alle finanze della comunità montana . Intanto il segretario generale a cui fanno riferimento gli inquirenti  non è più al servizio delle ente sovra comunale perche nel maggio del 2017 ha rassegnato le  dimissioni . Al suo posto c’e’ un altro professionista . Sereno il presidente della Comunità Montana  “ siamo ancora nella fase preliminare dell’inchiesta attendiamo la conclusione  e se sarà necessario- afferma Laurito- difenderemo il nostro operato nelle sedi opportune “ . Non è la prima volta che l’ente Montano di Vallo della Lucania finisce sotto inchiesta per spese ritenute superflue . Il caso che ha fatto più rumore, richiamando anche l’attenzione della stampa nazionale, è  stato quello relativo all’ acquisto di un Suv da 56 mila euro. In quella occasione i dirigenti furono condannati .

antonietta nicodemo 

DIANO, ATTI SESSUALI SULLE FIGLIE MINORI. ALLONTANATO PAPA' ORCO.

Risultati immagini per ABUSI FIGLIE

Il servizio di Caterina Guzzo

Questo sito utilizza cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies da questo sito.